Phil Hartman: l’agghiacciante morte del doppiatore di Troy McClure

Phil Hartman è stato il doppiatore di Troy McClure e Lionel Hutz, celebri personaggi de I Simpson. Comico molto noto negli USA, la vita di Hartman ha avuto un triste epilogo

phil hartman

Phil Hartman era una vera e propria star televisiva negli Stati Uniti. Comico poliedrico e stella assoluta del Saturday Night Live, Hartman era noto principalmente per le sue riuscitissime imitazioni, tra cui spiccava quella dell’ex presidente Bill Clinton. Amatissimo sia dal pubblico che dai colleghi – soprannominato Glue per la sua capacità di fare gruppo tra i membri del cast e per l’abilità nel tenere in piedi lo show – l’attore era una presenza stabile nelle case degli americani a cavallo tra gli anni ’80 e ’90.

Oltre alla carriera davanti le telecamere, Hartman deve parte del suo successo al lavoro dietro le quinte. Tra i suoi lavori più celebri restano indimenticabili i doppiaggi ne I Simpson. Troy McClure e Lionel Hutz sono tra i personaggi che Hartman ha contribuito a lanciare nella leggenda dell’ormai trentennale show creato da Matt Groening.

Una vita brillante sotto i riflettori fino al terribile epilogo. La meravigliosa carriera di Hartman verrà stroncata da una morte inaspettata e violenta.

Phil Hartman: una morte terribile

Phil Hartman si sposò tre volte nella sua vita ma l’ultimo matrimonio gli fu fatale. Brynn Omdahl era la terza moglie dell’attore e si contraddistinse per la propria tossicodipendenza e per una patologica invidia nei confronti del successo del marito.

Il 28 maggio del 1998, Hartman fu assassinato dalla moglie Brynn nella sua casa di Los Angeles all’età di 49 anni.

Mentre l’attore dormiva, la moglie – sotto l’ effetto di alcol, cocaina e farmaci – gli sparò ben tre volte in testa causandone la morte immediata. Dopo l’omicidio, Brynn guidò fino alla casa dell’amico Ron Douglas, ove confessò l’efferato atto di violenza prima di svenire. Dopo aver ripreso conoscenza, i due tornarono sul luogo del delitto con auto separate. Una volta scoperto il corpo, Douglas chiamò immediatamente le forze dell’ordine. Mentre le autorità portavano via i figli della coppia dalla casa, Brynn entrò in una delle stanze e si suicidò con un colpo di pistola alla tempia.

Cause

Apparentemente le cause della terribile vicenda si ritrovarono in numerosi litigi coniugali portati all’esasperazione dalle instabili condizioni della donna. Secondo le ricostruzioni, l’alterco di quella fatidica sera riguardava la figlia più piccola della coppia. Brynn, a quanto pare, aveva aggredito la bambina mentre era sotto effetto di droghe e alcol. La violenza perpetrata sulla figlia spinse Hartman a minacciare la moglie: se non avesse smesso di drogarsi e di far del male ai propri figli l’avrebbe lasciata. Dopodiché l’attore andò a dormire per non svegliarsi mai più.

Reazioni

L’omicidio lasciò gli americani in un profondo stato di shock, nessuno mai, neppure gli amici più intimi, avrebbero mai immaginato una tale instabilità e infelicità nella coppia.

Phil Hartman fu onorato per settimane da programmi a lui dedicati e per rispetto nei suoi confronti il team de I Simpson sospese i lavori. Matt Greoning in accordo con i suoi colleghi decise di ritirare della serie i personaggi di Troy McClure e Lionel Hutz e all’attore fu dedicato l’episodio 206 (Mamma Bart).

Inoltre, Phil Hartman avrebbe dovuto doppiare Zapp Brannigan, personaggio scritto appositamente per lui, in Futurama; per omaggiarlo, la produzione decise di dedicargli il nome del protagonista della serie: Philip J. Fry.

Nonostante la prematura dipartita, Phil Hartman continua a vivere nel cuore degli americani ed è tutt’ora considerato come uno dei più grandi artisti della televisione a stelle e strisce.

Potrebbero interessarti anche:

Per altre storie sul cinema e la televisione continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com!