Ferragnez vs Elvis Presley | Perchè è sbagliato indignarsi

Ferragnez vs Elvis Presley
Foto di Elvis Presley (Needpix.com) Ferragnez (01 Distribution)

Conte chiama i Ferragnez: Chiara Ferragni e Fedez. “Aiutatemi a far capire ai ragazzi che devono usare la mascherina”. Sapete che era già successo 54 anni fa?

Era una delle imprese più insolite di Elvis Presley. Il re del rock’n’roll si era appena goduto il suo primo assaggio di successo con singoli come Heartbreak Hotel, e stava per apparire all’Ed Sullivan Show nel 1956, quando ricevette un’inaspettata sfida. Accetterebbe di essere vaccinato contro la poliomielite davanti alla stampa prima dello spettacolo? La risposta fu affermativa. Era il 28 ottobre del 1956.

La foto che ritraeva Elvis durante la somministrazione del vaccino era su tutte le prime pagine dell’epoca. La pubblicità faceva parte di un tentativo di aiutare a correggere un grave difetto nella campagna di vaccinazione antipolio della nazione, come ha rivelato lo storico dell’università di Cambridge Stephen Mawdsley in un articolo nell’ultimo numero del Journal of Cultural and Social History .

“Il vaccino contro la poliomielite era appena stato prodotto e i bambini piccoli venivano vaccinati a milioni. Tuttavia, gli adolescenti, che erano anche vulnerabili alla poliomielite, non stavano facendo il vaccino “, ha detto Mawdsley all’Observer . “Elvis fu contattato per sponsorizzarne l’importanza agli adolescenti”.

Il progetto mirava a colmare il “gap immunitario” che esisteva tra coloro che si sottoponevano al vaccino per malattie come la poliomielite e coloro che non lo facevano. Questa lacuna non avrebbe mai permesso di fermare l’epidemia. Ma è stata colmata utilizzando il contributo di star come Presley.

Il problema derivava dal fatto che i vaccini erano diventati vittime del loro stesso successo. Avviarono un importante programma di ricerca per combattere la malattia e nel 1955 Jonas Salk annunciò di aver sviluppato un vaccino che forniva una protezione superiore al 90%. Lanciarono un’infinità di campagne di vaccinazione per i bambini. Tuttavia, negli Stati Uniti erano pochi gli adolescenti e gli adulti che cercavano l’immunizzazione: la maggior parte di loro credeva di non essere tra i casi a rischio (Ah?). E così Elvis fu reclutato per farne capire l’importanza a migliaia di adolescenti.

“Ovviamente è stato un aiuto per convincere gli adolescenti a prendere il vaccino, ma – cosa interessante – non è stato determinante”, ha aggiunto Mawdsley.

“Il vero punto di svolta è arrivato attraverso gli adolescenti. Hanno fondato un gruppo chiamato Teens Against Polio, hanno condotto campagne porta a porta e hanno organizzato balli in cui potevano entrare solo le persone vaccinate, per esempio”.

Il risultato fu sorprendente. L’incidenza annuale della poliomielite negli Stati Uniti diminuì di quasi il 90% tra il 1950 e il 1960. “Convincere gli adolescenti a prendere il vaccino era di fondamentale importanza. Quel successo dimostra che con il modo giusto è possibile raggiungere gruppi difficili da influenzare “

Trovate qualche analogia con i tempi recenti?

Tutta questo spiegone per dire che non si tratta di convincere nessuno, nemmeno oggi, nemmeno con il coronavirus. Ma è necessario che una schiera di giovani e brillanti menti percepiscano l’importanza di piccoli gesti apparentemente insignificanti. Come indossare una mascherina, per esempio. E il successo di questa insolita impresa appena raccontata deve aiutarci a capire che è possibile raggiungere anche quei gruppi più apparentemente difficili da raggiungere. Basta trovare il giusto modo. Task force, commissioni speciali, schiere indefinite di signoroni in giacca e cravatta non lo sono. Bisogna attingere forme di comunicazioni diverse da quelle tradizionali. Perchè no, rivolgersi a due personaggi come Ferragni e Fedez, diventati famosi per la loro capacità di “influenzare” gli altri. E non il contrario.

Leggi anche:
Perché la telefonata di Conte ai Ferragnez ha perfettamente senso
Conte ai Ferragnez: “Aiutatemi con i giovani e le mascherine”
Nuovo scontro Meloni-Ferragnez, fra Cocaina e Politica
Chiara Ferragni risponde all’appello di Conte sulle mascherine [VIDEO]
Chiara Ferragni il suo Primo Post pubblicato 11 anni fa su Instagram [FOTO]
Fedez contro Fratelli d’Italia: “Condannare il fascismo è solo buon senso”
Fedez duro nel nuovo singolo: “Meglio bimbe di Conte che bimbe dai preti”
Fedez vs. Salvini: “Io guadagno onestamente”

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.