Lo store di Tyler The Creator vandalizzato, la reazione è esemplare

"Il negozio è a posto, cercate di capire cosa bisogna davvero riparare là fuori"

tyler the creator golf wang george floyd
Tyler The Creator nel video di EARFQUAKE

Lo store del brand di Tyler The Creator, Golf Wang, è stato preso di mira dai manifestanti

Durante le recenti manifestazioni popolari scoppiate in moltissime città americane in segno di protesta per il caso George Floyd, a Los Angeles è stato colpito anche uno degli store del marchio di moda del rapper Tyler The Creator, Golf Wang.

Nonostante i danni siano stati minimi – come ha confermato il rapper – (come potete vedere dalla foto seguente soltanto le vetrine sono state oggetto di vandalismo), la reazione di Tyler sui social è stata a dir poco esemplare: esordendo con una citazione delle Pantere Nere americane (Black Panther Party), un’organizzazione rivoluzionaria di matrice afroamericana in attività negli anni ’60, ha subito fatto capire subito la sua posizione.

“Tenete gli occhi aperti ed educatevi”

Il negozio è a posto, ma anche se non lo fosse, tutto ciò è più grande del riparare qualche vetrina e cancellare i segni delle bombolette spray, cercate di capire cosa bisogna davvero riparare là fuori. State al sicuro, amore.”

https://platform.twitter.com/widgets.js

Le parole del rapper vincitore del Grammy Award 2019 per il Miglior Album Rap – avvistato anche lui tra i manifestanti – risuonano forti in questo difficile periodo per l’America e la comunità afroamericana tutta e speriamo che anche la sua musica possa “educare” e “far capire“. Non resta che sperare in una svolta significativa che metta fine a tutte queste disuguaglianze. Per citare una sua canzone, “quante rivolte dovranno ancora esserci prima che le vite di colore acquistino importanza?“. (“How many riots can it be until them Black lives matter?” – Foreword da Flower Boy, 2017)

Leggi anche:

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.

Fonte: Hip-Hop Lately