Harry Styles pagherà le cauzioni dei manifestanti arrestati

Harry Styles George Floyd
Harry Styles in un frame di Dunkirk

Un endorsement che scalda i cuori, quello del cantante-attore Harry Styles. Una presa di posizione netta e non passiva, diretta a dare più che una mano a chi in questi momenti sta fortemente protestando negli Stati Uniti per l’omicidio di George Floyd. Infatti, come ha dichiarato lui stesso, contribuirà per pagare le cauzioni dei manifestati arrestati.

Harry Styles: “Bisogna essere anti-razzisti”

Attraverso il suo profilo Twitter, possiamo vedere come Harry Styles abbia preso molto a cuore questa tragica situazione. Al punto di voler aiutare economicamente i manifestanti arrestati, pagando loro le cauzioni. Un gesto che va ben oltre il simbolico e spinto da una volontà ben precisa, come dice lui stesso.

“Faccio di tutto ogni giorno senza paura perché sono un privilegiato, e sono privilegiato perché sono bianco. Non essere razzisti non è abbastanza, dobbiamo essere anti razzisti. Il cambiamento sociale viene attuato quando una società si mobilita. Sono solidale con tutti coloro che protestano”

Parole molto forti verso le quali è impossibile rimanere indifferenti. Subito dopo, sempre su Twitter, l’attore di Dunkirk, nonché ex One Direction, invita tutti a fare quello che sta facendo lui. Ossia donare per aiutare i manifestanti a pagare le cauzioni, rilanciando un hashtag che è diventato simbolo della protesta.

“Sto donando per aiutare a postare la cauzione per gli organizzatori arrestati. Guardati dentro, educa te stesso e gli altri. ASCOLTA, LEGGI, CONDIVIDI, DONA E VOTA. QUANDO È TROPPO È TROPPO. BLACK LIVES MATTER” 

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!