Kanye West: la famiglia di George Floyd gli fa causa

La famiglia di George Floyd ha deciso di fare causa a Kanye West dopo che il rapper ha detto di non credere alle cause della morte dell'uomo

Kanye West
Credits: Forbes / YouTube
Condividi l'articolo

Lo scorso fine settimana Kanye West è stato ospite del podcast Drink Champs. Per l’occasione il rapper ha rilasciato delle controverse dichiarazioni su George Floyd, il ragazzo afromaericano ucciso il 25 maggio 2020 da Derek Chauvin, ex agente della polizia di Minneapolis che lo ha soffocato con un ginocchio sul collo. Per questo motivo è stato dichiarato colpevole di tre accuse di omicidio e omicidio colposo e ora sta scontando due pene detentive contemporaneamente per più di 22 anni. Tuttavia il rapper, che ha cambiato ufficialmente il suo nome in Ye, non crede a questa versione dei fatti. Durante il podcast ha infatti spiegato come, secondo lui, la morte sia avvenuta per un’overdose di fentanil.

Il ginocchio di Chauvin non era nemmeno sul collo in quel modo – ha detto West

Nella stessa intervista, che da allora è stata rimossa da YouTube, anche West ha fatto commenti antisemiti. Per questo motivo uno dei presentatori, il rapper NORE, si è scusato lunedì con la famiglia Floyd. Tuttavia questo non è bastato a placare l’ira della famiglia del giovane ucciso. La madre della figlia di George Floyd infatti, Roxie Washington, ha citato in giudizio il rapper Kanye West per 250 milioni di dollari definendolo ripugnante.

La causa della morte del signor Floyd è ben risolta attraverso le prove presentate nei tribunali durante i processi penali e civili che sono stati il ​​risultato della sua prematura e orribile morte – si legge nella lettera indirizzata al rapper e scritta dagli avvocati del dal Witherspoon Law Group. Tuttavia, hai fatto dichiarazioni maliziose che sono inaccurate e infondate, causando danni alla proprietà del signor Floyd e alla sua famiglia

La lettera richiede che West, i suoi avvocati, dipendenti, agenti, partner, associati e rappresentanti “si astengano dal pubblicare o far pubblicare qualsiasi altro audio, video, dichiarazione, post, ecc. Riguardo Floyd, la sua proprietà, la sua famiglia e il circostanze che circondano la sua morte, incluso, ma non limitato a, il modo in cui è morto“. Richiede inoltre che Ye “cessi immediatamente e desista e rimuova l’intervista “Drink Champs” e tutte le dichiarazioni simili riguardanti Floyd da ogni sito di social media, piattaforma o mezzo.

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Kanye West riassunto in 7 momenti di follia [VIDEO]

Seguiteci su LaScimmiaSente