Got 8: Sophie Turner si scaglia contro la petizione dei fan

Sophie Turner ha commentato la petizione online voluta dai fan per chiedere che venga girata di nuovo l'ottava stagione

Sophie Turner: ''Ho pensato spesso al suicidio''

Game of Thrones è ufficialmente finito e nel web si sta disquisendo riguardo la qualità del finale. Nonostante l’ottava stagione abbia registrato le percentuali più basse mai ottenute dallo show su rotten tomatoes, ci sono persone che hanno amato la chiusura del cerchio narrativo.

Tuttavia sono molte di più le voci di coloro che hanno trovato questa ottava stagione decisamente al di sotto non solo delle aspettative, ma anche della qualità che Game of Thrones aveva sempre offerto negli anni passati.

Da questo senso di delusione è nata la petizione con la quale alcuni fan particolarmente sicuri di sé hanno chiesto che venisse rigirata l’intera stagione. La petizione sta riscontrando un grande favore, al punto da aver spinto una delle interpreti principali dello show a dire la sua.

Sophie Turner, interprete di Sansa Stark e presto al cinema con X-Men Dark Phoenix, si è dimostrata alquanto contraria all’iniziativa durante un’intervista con il The New Yorker, sebbene abbia detto di non essere poi particolarmente sorpresa.

Le persone hanno sempre un’idea di come una serie dovrebbe finire,” ha spiegato Sophie Turner. “Così, quando le cose non vanno come loro vogliono, cominciano a lamentarsi e a ribellarsi“.

La diplomazia di questa risposta viene subito messa da parte quando l’attrice si trova a criticare la scelta di attivare addirittura una petizione che, al momento, conta più di un milione e trecentomila firme. Una petizione che descrive i due autori, David Benioff e D.B. Weiss come degli scrittori incompetenti quando non si trovano con il materiale già pronto. Questo perché dalla sesta stagione Game of Thrones è andato avanti senza poter fare affidamento sui libri di George Martin.

Sophie Turner ha descritto la petizione come irrispettosa e ha detto: “Tutto questo genere di cose sono irrispettose contro la crew, gli sceneggiatori e i registi che hanno lavorato senza sosta per dieci anni e, solo per l’ultima stagione, per undici mesi consecutivi. Così tante persone hanno lavorato sodo a questo show e sentire le persone che si lamentano solo perché le cose non sono andate come volevano è davvero irrispettoso“.