Chadwick Boseman non ha rivelato la sua malattia per via della madre

In un'intervista con Hollywood Reporter, Michael Greene, agente di Chadwick Boseman ha spiegato cosa a spinto l'attore a tacere del cancro

Chadwick Boseman, Lewis Hamilton, pole position
Black Panther, film simbolo della lotta afroamericana nel XXI secolo
Condividi l'articolo

Da quando Chadwick Boseman, attore quarantatreenne interprete di Black Panther è morto a causa del cancro al colon, in molti si chiedono come sia stato possibile che nessuno sapesse della sua malattia.

Come vi abbiamo raccontato, neanche la Marvel stessa era informata e questo è davvero insolito. Una possibile spiegazione a questo quesito prova a darla Michael Greene, agente di lunga data di Boseman, che in un’intervista a Hollywood Reporter ha spiegato che uno dei motivi che hanno spinto l’attore al silenzio sia l’insegnamento della madre, Carolyn.

Sapeva che le persone si spaventano per questo genere di cose. Inoltre era una persona davvero molto riservata. Sua madre gli ha sempre insegnato a non avere persone intorno che si preoccupano per lui.

Dopo la morte improvvisa dell’attore, sono arrivati messaggi di cordoglio da tutto il mondo, rimarcando l’importanza che Chadwick Boseman rivestiva nello star system.

Oltre ovviamente a quelli dei colleghi Avengers e del suo compagno in Black Panther Michael B. Jordan, molti attori e registi, come ad esempio Denzel Washingon che gli pagò la scuola di recitazione, hanno portato un omaggio alla memoria dell’attore.

LEGGI ANCHE:  Chadwick Boseman: Quando parlando del cancro si commosse [VIDEO]

Ora bisognerà attendere per decidere quale sarà il futuro dell’MCU vista l’improvvisa scomparsa di uno degli attori di punta. La Disney e la Marvel si trovano davanti ad una scelta complicata.

I fan hanno già mostrato la loro contrarierà al recast del personaggio di Re T’Challa e dunque è probabile che alla fine si virerà verso una nuova Pantera Nera (qui le altre possibilità).

Che ne pensate?

Voi che ne pensate? Continuate a seguirci su LaScimmiapensa.com