Black Panther 2, Wright spiega come Shuri ha affrontato il lutto

La star ha spiegato cosa significa per Shuri questa svolta nevralgica presente all'interno del cinecomic.

letitia writgh, black panther
Condividi l'articolo

Black Panther 2 (Black Panther: Wakanda Forever) è sicuramente uno dei progetti cinematografici più attesi tra i nuovi tasselli che fanno parte del Marvel Cinematic Universe (qui1 il trailer). In particolare, all’interno di questo sequel dell’osannato ed iconico Black Panther (2018), assisteremo ad un cambiamento davvero drastico: tenendo in considerazione che l’attore principale del precedente film, Chadwick Boseman (che ha prestato il volto al supereroe T’Challa) è morto tragicamente per un tumore nel 2020, bisognava risolvere questo problema.

Da quello che è stato spiegato fino ad ora, il personaggio, in Black Panther 2, morirà per una malattia (proprio come nella vita reale) e sarà interessante vedere come reagiranno le altre importanti figure del cinecomic a questa terribile perdita. Proprio a proposito di questo punto, in una recente intervista con Letitia Wright (che interpreta la sorella di T’Challa, Shuri) per Black Nerd Girls al San Diego Comic-Con 2022, la star ha raccontato che effetti ha provocato l’assenza di Pantera Nera al suo personaggio.

LEGGI ANCHE:  Spider-Man: cosa c'è nel futuro di Peter Parker? Le teorie
Black Panther 2

Shuri è decisamente consumata dal suo lavoro. La perdita di suo fratello la fa essere ancor più presa da fino a portarla a creare ad un altro livello, un livello più alto. Ci sono così tante nuove tecnologie guardando al futuro, e penso che sia qui che si trova il suo punto debole in questo momento. Ad esempio: “Come lo elaboro?” E lei mette tutta la sua energia, ancor di più, nella tecnologia. Ci sono molte nuove cose interessanti a cui prestare attenzione.

Sicuramente questo importante cambiamento in Shuri che vedremo in Black Panther 2 sembra trasformare radicalmente il suo carattere ed influirà direttamente sull’arco evolutivo del suo personaggio. Chissà che cosa accadrà agli altri comprimari, ma siamo sicuri che ci saranno dei mutamenti anche negli altri casi. Intanto vi ricordiamo che il lungometraggio, diretto da Ryan Coogler e co-scritto dallo stesso regista in compagnia di Joe Robert Cole, arriva nelle sale italiane il 9 novembre 2022.

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Thor Love and Thunder, Natalie Portman è il nuovo Dio del Tuono [Video]