James Gandolfini | Tony per sempre, ascesa e caduta di un timido

Vita e carriera di James Gandolfini. L'attore, arrivato a studiare recitazione per caso, si afferma come un caratterista di ruoli violenti e in ambito criminale. Arriva al successo con la serie I Soprano.

james gandolfini
Tony Soprano, il ruolo della vita
Condividi l'articolo

A soli 51 anni, James Gandolfini muore a Roma in seguito ad un collasso cardiaco. L’autopsia rivelerà che non aveva assunto droghe, ma aveva ecceduto in drink e fritti. L’attore, di origine italiane, era diventato famoso grazie alla serie I Soprano e per la sua interpretazione aveva vinto 1 Golden Globe e 3 Emmy Award.

James Gandolfini: Una breve biografia

James Gandolfini
James Gandolfini è Tony Soprano

James Joseph Gandolfini Jr. nasce a Westwood il 18 Settembre del 1961. Il padre era un immigrato italiano proveniente da una piccola frazione in provincia di Parma. La madre, nata negli Stati Uniti, era originaria di Napoli. Cresce dunque in una famiglia radicata nella cultura italiana, insieme a due sorelle, ricevendo un’educazione profondamente cattolica. Laureato in Comunicazione, durante gli studi si mantenne come buttafuori e barista. Una volta, l’amico Roger Bart lo accompagna ad un corso di recitazione a New York incentrato sulla Meisner Technique. Così, per caso, si avvicina alla recitazione. Decide poi di intraprendere seriamente lo studio del mestiere dell’attore e frequenta il Gately/Poole Acting Studio di Chicago.

L’esordio e i primi film

Gandolfini : Vita al massimo
James Gandolfini, Vita al Massimo (1993).

James Gandolfini appare per la prima volta sullo schermo nel 1987 con Shock! Shock! Shock! di Arn McConnell e Todd Rutt. Successivamente incontra Tony Scott, regista con il quale tornerà più volte a lavorare. La prima volta, anche se in maniera non accreditata, è nel 1991 in L’ultimo boy scout. Due anni più tardi è in Vita al massimo (1993), pellicola sceneggiata da Quentin Tarantino e da Roger Avary. Infine recita in Allarme Rosso (1995). Sempre di quegli anni è Una estranea fra noi (1992) di Sidney Lumet. Va così delineandosi la carriera dell’attore, caratterizzata da ruoli violenti, spesso mafiosi, di origine italo americane.

Prima di arrivare al ruolo che gli ha cambiato la vita, James Gandolfini prende parte a Get Shorty (1995). La pellicola, diretta da Barry Sonnenfeld, è una commedia ambientata nel mondo gangster, con incursioni nel thriller. Il cast è composto, tra gli altri, da Gene Hackman, Danny De Vito e da John Travolta. Quest’ultimo lavorerà di nuovo insieme a Gandolfini in She’s so lovely (1997). Il film è diretto da Nick Cassavetes e la sceneggiatura è del padre John Cassavetes, regista indipendente, uno degli esponenti della Scuola di New York. La pellicola riscuote un buon successo, sopratutto di critica, vincendo due premi al Festival di Cannes.

LEGGI ANCHE:  Il film prequel della serie I Soprano ha il regista

I Soprano (1999-2007)

Gandolfini : Soprano
James Gandolfini, I Soprano (1999 – 2007)

Il 10 Gennaio del 1999, sul canale statunitense HBO, va in onda il primo episodio de I Soprano. Quel giorno cominciò una delle serie televisive che più hanno rivoluzionato e allo stesso contribuito alla diffusione del genere seriale. Complessivamente sono 6 stagioni, distribuiti in 8 anni. 26 premi, tra Emmy Awards e Golden Globe, di cui 4 a James Gandolfini. Quando uscì, il genere televisivo era considerato una forma d’arte minore rispetto a quello cinematografico, basti pensare che nel cast originale non figuravano grandi nomi. Durante gli otto anni, vi hanno preso poi parte grandi star come Steve Buscemi e Peter Bogdanovic, ma anche Annette Bening, Ben Kinsley, Paul Dano, Lady Gaga che si sono accontentati di piccoli camei.

La serie racconta la vita di Tony Soprano, boss criminale interpretato da James Gandolfini, a capo di una delle principali famiglie mafiose che operano nel New Jersey. Tony Soprano è un criminale: violento, rabbioso, razzista e con disturbi psicopatici. Ma è anche un marito e un padre di due figli adolescenti. Il personaggio si trova così a dover fronteggiare i problemi e gli inconvenienti di una vita quotidiana e, allo stesso tempo, le complicazioni dovute al mondo mafioso. Ciò che rese questa serie rivoluzionaria fu proprio questo: la straordinaria profondità che gli sceneggiatori e gli attori riuscirono a donare ai loro personaggi e alla storia.

Il successo

Gandolfini : Zero dark thirty
James Gandolfini, Zero Dark Thirty (2012)

In seguito alla messa in onda de I Soprano, la carriera di James Gandolfini cambia e cominciano ad arrivare grandi offerte lavorative. Nel giro di pochi anni appare in importanti pellicole come The Mexican (2001) di Gore Verbinski. L’attore, al fianco di Brad Pitte e di Julia Roberts, recita il ruolo dell’assassino omosessuale Winston Baldry. Nel 2001 Joel e Ethan Coen lo vogliono per interpretare il ruolo del sanguigno Big Dave Brewster in L’uomo che non c’era. Qualche anno dopo balla e canta in Romance & Cigarettes (2005) di John Turturro.

Negli ultimi anni della sua vita, prende parte a Pelham 123 – Ostaggi in metropolitana (2009). Il film è il remake de Il colpo della metropolitana ed è nuovamente diretto da Tony Scott. L’attore è affiancato da Denzel Wanshington e ancora una volta da John Travolta. Prima di lasciare le scene, prende parte a Zero Dark Thirty (2012) di Kathryn Bugelow, film nel quale interpreta il ruolo del capo della CIA.

LEGGI ANCHE:  10 curiosità su I Soprano, la madre delle serie tv moderne

La morte

Gandolfini : Emmy Awards
James Gandolfini, Emmy Awards’ Night.

Nell’estate del 2013, James Gandolfini va in vacanza a Roma. Dopo pochi giorni avrebbe dovuto prendere parte al Festival del Cinema di Taormina. La notte del 19 Giugno, l’attore in compagnia del figlio decide di fare una passeggiata per la capitale. Quella stessa notte ha un attacco di cuore. In seguito l’autopsia dichiarerà che nel suo sangue non sono state riscontrate traccia di droghe, l’infarto fu dovuto a cause naturali. Molto probabilmente il mangiare e il bere. In seguito all’annuncio della sua morte, la HBO ha dichiarato Era un uomo speciale, un grande talento, che con il suo straordinario senso dell’umorismo, il suo calore e il suo rispetto, ha toccato molte persone“.

Filmografia

Cinema

  • Shock! Shock! Shock! (1987)
  • L’ultimo boy scout (1991) – non accreditato
  • Una estranea fra noi (1992)
  • Italian Movie (1993)
  • Milionario per caso (1993)
  • Una vita al massimo (1993)
  • Mr. Wonderful(1993)
  • Angie – Una donna tutta sola (1994)
  • Terminal Velocity (1994)
  • Le nouveau monde (1995)
  • Allarme rosso (1995)
  • Get Shorty (1995)
  • Il giurato (1996)
  • Prove apparenti (1997)
  • She’s So Lovely – Così carina (1997)
  • Perdita Durango (1997)
  • Mezzanotte nel giardino del bene e del male (1997) – non accreditato
  • Il tocco del male (1998)
  • Basta guardare il cielo (1998)
  • A Civil Action (1998)
  • A Whole New Day (1999)
  • 8mm – Delitto a luci rosse (1999)
  • The Mexican – Amore senza la sicura (2001)
  • L’uomo che non c’era (2001)
  • Il castello (2001)
  • Natale in affitto (2004)
  • Stories of Lost Souls (2005)
  • Romance & Cigarettes (2005)
  • Lonely Hearts (2006)
  • Tutti gli uomini del re (2006)
  • Club Soda (2006)
  • American Breakdown (2008)
  • In the Loop (2009)
  • Pelham 123 – Ostaggi in metropolitana (2009)
  • Welcome to the Rileys (2010)
  • Mint Julep (2010)
  • Down the Shore (2011)
  • Violet & Daisy (2011)
  • Cogan – Killing Them Softly (2012)
  • Not Fade Away (2012)
  • Zero Dark Thirty (2012)
  • The Incredible Burt Wonderstone (2013)
  • Non dico altro (2013)
  • Chi è senza colpa (2014)

Televisione

  • Gun – serie TV, 1 episodio (1997)
  • La parola ai giurati – film TV (1997)
  • I Soprano – serie TV, 86 episodi (1999-2007)
  • Cinema Verite – film TV (2011)
  • Nicky Deuce – film TV (2013)

Per restare sempre aggiornato sulle migliori serie tv e miniserie continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com!