Coronavirus: chiusi Cinema e Teatri: tutti i provvedimenti [LISTA]

La lista completa delle regioni coinvolte dal Coronavirus con conseguenti ordinanze per contrastarne la diffusione.

Coronavirus, sala cinema chiusa

Il propagarsi degli infetti da Coronavirus, soprattutto nel nord Italia, ha costretto le regioni ad attuare una politica di prevenzione che coinvolge soprattutto i luoghi tipici d’aggregazione, quali cinema, teatri e locali vari, e non. Al punto che l’uscita del biopic sul pittore Antonio Ligabue, con Elio Germano, è stata rimandata.

In questo articolo, la lista completa in aggiornamento dei provvedimenti presi, regione per regione.

LOMBARDIA

Disposta un’ordinanza di chiusura, firmata dal presidente della regione Attilio Fontana, per tutti i luoghi di aggregazione su tutto il territorio lombardo. Sospese quindi tutte le attività che coinvolgono cinema, teatri e spazi dedicati ad eventi culturali di ogni forma. Anche se svolti in luoghi chiusi. Dalle ore 18 in poi, tutti i pub, locali notturni ed esercizi commerciali legati all’intrattenimento dovranno abbassare le serrande fino alle ore 6 del mattino seguente. Chiuso anche il Duomo. Nella zona del lodigiano, potranno rimanere aperti solo gli esercizi commerciali di essenziale utilità.

VENETO

Chiusura di Piazza San Marco e del celebre Teatro La Fenice. Stop al famoso carnevale veneziano, come da provvedimento preso dal presidente della regione Luca Zaia per contrastare il Coronavirus. Soprattutto dopo i casi accertati presenti nella regione veneta. Stop anche alle scuole, comprese le università. Così come ogni attività di aggregazione, come cinema e teatri, pubbliche e private. Isolamento completo per Vò Euganeo.

PIEMONTE

Il governatore Alberto Cirio ha predisposto la sospensione del carnevale di Ivrea. Nonostante i casi di Coronavirus siano scesi da sei a tre, la regione piemontese ha fermato tutte le attività scolastiche per una settimana. Stop anche a tutte le attività ludiche, culturali e sportive, pubbliche e private che siano.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Sospese le attività culturali di aggregazione, tra le quali cinema e teatri, su tutto il territorio. Si fermano anche gli eventi culturali. Discorso identico anche per le attività scolastiche, inclusi i viaggi d’istruzione programmati all’estero. Chiusura anche per le biblioteche e le sale studio. Questo, fino al primo marzo. Poi arriveranno nuove comunicazioni in merito.

LIGURIA

La regione ha predisposto un’ordinanza per fermare ogni forma di attività di aggregazione sociale. Ferme anche le attività scolastiche di ogni grado, fino al primo marzo. Scuole, musei, cinema e teatri rimarranno chiusi fino al primo marzo. Seguirà poi una nuova comunicazione in merito.

EMILIA ROMAGNA

Firmata l’ordinanza che obbliga alla sospensione di ogni attività ludica di aggregazione sociale, il luoghi pubblici o privati. Chiusi quindi i cinema, i teatri su tutto il territorio, e emiliano e romagnolo, per contrastare la diffusione del Coronavirus. L’ordinanza sarà in vigore fino al primo marzo compreso.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!