Eternals: Recensione del nuovo cinecomic Marvel con Angelina Jolie

Gran finale alla Festa del Cinema di Roma 2021 con Eternals, il nuovo cinecomic Marvel diretto da Chloe Zhao con Angelina Jolie e Keith Harrington. La recensione in anteprima del film, in uscita il prossimo 3 Novembre.

Eternals
Condividi l'articolo

Chiusura in grande stile per la Festa del Cinema di Roma con Eternals, il nuovo cinecomic dal Marvel Cinematic Universe, presentato in anteprima europea nella sezione Alice nella città. La regista Chloe Zhao, Angelina Jolie, Keith Harrington e Richard Madden, accolti trionfalmente sul red carpet, illuminano così l’ultima notte all’Auditorium – Parco della Musica di Roma.

Ma com’è davvero l’attesissimo nuovo capitolo dell’MCU? Dopo l’Oscar per Nomadland, Chloe Zhao affronta una sfida particolarmente ardita. È la stessa regista di Eternals a sottolineare in conferenza stampa come il linguaggio dei cinecomic stia cambiando e come ci troviamo probabilmente agli albori di una nuova generazione di film dedicati ai superoi.

Eternals si presenta così come il cinecomic più inclusivo mai prodotto in America. Tra i dieci nuovi personaggi vediamo infatti rappresentate le più diverse etnie. E se afro-americani e asiatici possono dirsi ufficialmente integrati nell’MCU, Angelina Jolie ha voluto sottolineare l’importanza dell’ingresso di Kumail Nanjiani, primo attore di origini pakistane a interpretare un supereroe.

Aggiungeremo poi che Eternals mostra per la prima volta una coppia omosessuale, regolarmente sposata e con un figlio. Ma al netto di un casting decisamente più inclusivo – pur senza sminuire quella che è indubbiamente una grandiosa battaglia di civiltà, che sta mutando il volto dell’epica contemporanea – abbiamo purtroppo trovato un film illustrativo e con poco mordente.

LEGGI ANCHE:  Johnny Depp ospite a Alice nella Città, alla Festa del Cinema di Roma

Eternals: Trama

Gli Eterni, creati dai Celestiali, proteggono l’umanità dalla notte dei tempi. Guidati da Ajak (Salma Hayek) da oltre 7.000 anni combattono i Devianti, predatori violenti e mostruosi, che credevano ormai definitivamente sconfitti. Eppure, dopo l’inaspettata tragedia e i fatti esplorati in Avengers : Endgame, i Devianti sembrano tornati sulla terra.

Sersi (Gemma Chan), capace di manipolare e trasformare la materia, si troverà allora a viaggiare per il mondo con Sprite (Lia McHugh) per ritrovare Ikaris (Richard Madden), che ha amato per ben 5000 anni, Thena (Angelina Jolie) e tutto il resto degli Eterni, chiamati a scoprire una verità sconvolgente e affrontare una sfida apparentemente impossibile.

Eternals: Recensione in anteprima

Eternals
Eternals di Chloe Zhao, il nuovo cinecomic dal Marvel Cinematic Universe è al cinema dal prossimo 3 Novembre (Ph: Sophie Mutevelian ©Marvel Studios 2021. All Rights Reserved.)

Già dai titoli di testa, che ricordano quella “galassia lontana lontana” di Guerre stellari, Eternals di Chloe Zhao ha insieme il fascino e i limiti di una fiaba. Un racconto corale che declina elementi della mitologia classica e del supereroismo contemporaneo con tutta la grazia di un favola per bambini.

Questa grazia cristallina, il tratto netto che definisce i personaggi, la semplicità dei dialoghi e l’incanto delle immagini, sono al contempo il principale limite e il punto di forza di un film che sembra rivolgersi al pubblico più trasversale, compresi i più piccoli, rinunciando però agli elementi più spettacolari, oltre a qualunque tipo di approfondimento psicologico.

LEGGI ANCHE:  Quentin Tarantino: La masterclass alla Festa del Cinema di Roma #RomaFF16

Certo, introdurre i dieci nuovi personaggi degli Eterni, fumetto creato da Jack Kirby e pubblicato per la prima volta da Marvel nel 1976, era di per sé un’impresa ardua. Più oltre, Chloe Zhao ha evidentemente scelto di limitare le incursioni nell’Action e le scene di violenza fisica in favore di un diverso approccio al cinecomic, decisamente meno muscolare, più lirico e immaginifico.

La regista cinese traduce così la sua vocazione per il cinema on the road in un film corale che si muove costantemente nello spazio e nel tempo, complice il viaggio di Sersi e Sprite alla ricerca dei loro vecchi compagni d’avventura, ora sparsi per il mondo. Ma, purtroppo, una sceneggiatura tanto essenziale fatica a risultare incisiva.

Personaggi bidimensionali, affidati a splendidi volti irrimediabilmente statici, come quelli di Gemma Chan e Richard Madden, tanto belli quanto inespressivi, non aiutano ad affrontare un film da 2 ore e 37 minuti senza cadere irrimediabilmente nella noia.

Non basta il tormento negli occhi di Angelina Jolie per riscattare un’opera che resta probabilmente una grande occasione mancata. Ma dopo le scene post-credits non possiamo che attendere fiduciosi Doctor Strange nel Multiverso della pazzia, film che promette ben altre emozioni.

Eternals: Il cast

Gemma Chan: Sersi
Richard Madden: Ikaris
Angelina Jolie: Thena
Kit Harington: Dane Withman
Salma Hayek: Ajak
Kumail Nanjiani: Kingo
Lia McHugh: Sprite
Brian Tyree Henry: Phastos
Lauren Ridloff: Makkari
Barry Keoghan: Druig
Don Lee: Gilgamesh

Eternals: Trailer ufficiale italiano