I vincitori dei Creative Arts Emmy: il trionfo de La Regina degli Scacchi [LISTA]

Ecco la lista di tutti i vincitori dei Creative Arts Emmy Awards, su cui domina La Regina degli Scacchi

Creative Arts Emmy, la regina degli scacchi
Anya Taylor-Joy è Beth Harmon ne La Regina degli Scacchi
Condividi l'articolo

Sono stati consegnati i primi della prima delle tre cerimonie dei Creative Arts Emmy 2021, i premi che celebrano l’eccellenza tecnica della televisione statunitensi.

I Creative Arts Emmy sono infatti divisi in tre macro categorie, che riguardano i Primetime Awards, i Daytime Awards e gli Sports Emmy Award.

A dominare i Creative Arts Emmy per la sezione Primetime è stata La regina degli scacchi, serie Netflix creata da Scott Frank e Allan Scott, che vede come protagonista l’Anya Taylor-Joy che ritroveremo presto in Last Night In Soho.

La serie, tratta dal romanzo di Walter Tevis, si è aggiudicata ben 7 premi, tra cui quella per i costumi migliori e la cinematografia.

Netflix, come piattaforma streaming, ha dominato sui suoi diretti competitors, arrivando a ben 12 premi, contro i “soli” sei di Disney+, che si piazza al secondo posto.

Di seguito vi lasciamo con la lista di tutti i vincitori della serata:

  • Emmy Costumi Fantasy/Sci-Fi: WandaVision di Marvel Disney+
  • Emmy Fotografia per uno show: A Black Lady Sketch Show e Sister, May I Call You Oshun? di HBO
  • Emmy Sound editing comedy o drama: Lovecraft Country e Sundown di HBO
  • Emmy Sound Editing per miniserie, serie antologica o Film o Speciale: La Regina Degli Scacchi di Netflix
  • Emmy Sound Editing per Comedy o drama da 30 minuti o animazione: Love, Death + Robots e Snow In The Desert di Netflix
  • Emmy Sound Mixing per comedy o drama: The Mandalorian e Chapter 13: The Jedi di Disney+
  • Emmy Sound Mixing per miniserie, antologia o film: La regina degli scacchi ed End Game di Netflix
  • Emmy Fotografia multi camera per una comedy: The Conners di ABC
  • Emmy Single – Camera Picture Editing per un Drama: The Crown di Netflix
  • Emmy Single – Camera Picture Editing per una comedy: Ted Lasso di Apple Tv+
  • Emmy Single Camera Picture Editing per limited o antologia o film: La Regina degli Scacchi di Netflix
  • Emmy Fotografia per una serie da 30 min. Single camera: The Mandalorian di Disney+
  • Emmy Sound Mixing per comedy o drama da 30 min o animazione: Ted Lasso di Apple Tv+
  • Emmy Sound Mixing per show o speciale: David Byrne’s American Utopia di HBO
  • Emmy Costumi per show, non fiction, reality Black is King di Disney+, The Masked Singer di Fox e Sherman’s Showcase Black History Month Spectacular di IFC
  • Emmy Costumi contemporanei: Pose di FX
  • Emmy Costumi Period: La Regina degli Scacchi di Netflix
  • Emmy Fotografia per una serie multi-camera: Country Comfort di Netflix
  • Emmy Fotografia per single camera (da un’ora): The Crown di Netflix
  • Emmy Fotografia per limited o antologia: La Regina degli Scacchi di Netflix
  • Emmy Production Design per un programma scritto (30 min): WandaVision di Disney+
  • Emmy Production Design per un programma scritto period o fantasy: La Regina degli Scacchi di Netflix
  • Emmy Production Design per un programma scritto contemporaneo: Omicidio a Easttown di HBO
  • Emmy Production Design per uno show: Oscar di ABC
  • Emmy Production Design per un varietà: Saturday Night Live di NBC
  • Emmy Makeup Prostetico: The Mandalorian di Disney+
  • Emmy Trucco contemporaneo per show, reality: Saturday Night Live di NBC
  • Emmy Trucco contemporaneo non prostetico: Pose di FX
  • Emmy Trucco period non prostetico: La Regina degli Scacchi di Netflix
  • Emmy Programma interattivo: Space Explorers: The ISS Experience Oculus
  • Emmy Programma interattivo innovativo: For All Mankind: Time Capsule di Apple TV+
  • Emmy Motion Design: Calls di Apple Tv+
  • Emmy Hairstyling per show o reality: Saturday Night Live di NBC
  • Emmy Hairstyling period: Bridgerton di Netflix
  • Emmy Hairstyling contemporaneo: Pose di FX
  • Emmy Main title Design: The Good Lord Bird di Showtime
LEGGI ANCHE:  La regina degli scacchi | Recensione della serie rivelazione Netflix con Anya Taylor-Joy