La Regina degli Scacchi, Anya Taylor-Joy apre alla seconda stagione

Parlando con Entertainment Tonight, Anya Taylor-Joy ha dato qualche speranza per la seconda stagione de La Regina degli Scacchi

la regina degli scacchi
Condividi l'articolo

Anya Taylor-Joy, fresca vincitrice del Golden Globe per la sua meravigliosa performance nella miniserie Netflix La Regina degli Scacchi, ha rilasciato un Entertainment Tonight nella quale ha dato qualche speranza ai moltissimi fan che vorrebbero una seconda stagione che racconti il proseguo delle avventure di Beth Harmon e soci.

Non per deludere nessuno, ma non abbiamo ancora mai pensato alla seconda stagione – ha spiegato l’attrice di The Witch. È sempre stata una storia di crescita personale. La vedi crescere e poi la lasci in buone mani. Quindi siamo rimasti davvero sorpresi quando le persone hanno iniziato a chiedere: “Dov’è la seconda stagione?'” Detto questo, adoro l’intera squadra che l’ha fatta e coglierei l’occasione per lavorare di nuovo con loro.

La Regina degli Scacchi è stato un autentico successo mediatico di proporzioni mondiali. Non solo è divenuta la miniserie prodotta dalla piattaforma della grande N. più vista all’esordio di sempre, lo show è stato anche in grado di portare un’incredibile mole di appassionati ad un gioco antico e complesso come gli scacchi (qui i dettagli).

LEGGI ANCHE:  Anya Taylor-Joy ha imparato l'inglese leggendo Harry Potter

Il tutto grazie, non solo alle prestazioni attoriali magnifiche e alla regia ispirata, ma anche ad una costruzione delle varie partite assolutamente perfetta. Basti pensare che lo scontro finale, quello che vede la nostra Beth confrontarsi col temibile Vasily Burgov, è stato analizzato dal campione del mondo Magnus Carlsen che ha spiegato come ogni mossa è stata assolutamente credibile e che la nostra protagonista ha surclassato il suo avversario in bravura (qui i dettagli).

Che ne pensate di queste parole di Anya Taylor-Joy? Vorreste vedere una seconda stagione de La Regina degli Scacchi? Fateci sapere la vostra opinione, come sempre, nei commenti.