Hannibal, Mads Mikkelsen apre alla quarta stagione: “Colloqui rivitalizzati”

Parlando al podcast Happy Sad Confused, Mads Mikkelsen ha riacceso le speranze del pubblico di vedere la quarta stagione di Hannibal

Hannibal
Condividi l'articolo

Mads Mikkelsen, durante il podcast Happy Sad Confused è tornato a parlare di Hannibal, l’amatissima serie NBC, cancellata dopo 3 stagioni e che milioni di fan in tutto il mondo stanno sognando di veder tornare in TV. Come saprete, i diritti di distribuzione dello show sono stati da qualche tempo acquisiti da Netflix. Questo ha portato la serie ad ottenere un nuovo, enorme successo. Per questo motivo, spiega Mikkelsen, si sono riaccesi i colloqui sulla quarta stagione.

Da quando Hannibal trovato una nuova casa su Netflix, i colloqui sono stati rivitalizzati – spiega l’attore danese. Non credo che troverai qualcuno che faceva parte del cast e che è ancora vivo che direbbe “no grazie”. Ci siamo divertiti moltissimo.

Non è la prima volta che Mads Mikkelsen accende gli entusiasmi dei fan di Hannibal negli ultimi mesi. Vi ricorderete infatti quando, qualche mese, attraverso un post su Instagram aveva messo l’acquolina in bocca a molti (qui i dettagli).

LEGGI ANCHE:  Hannibal 4, parla il creatore: "Lecter è il Diavolo e il Diavolo è pansessuale"

Non è cosi impossibile pensare che Netflix, visto il successo, potrebbe decidere di acquisire i diritti di produzione dalla NBC per creare nuove serie. D’altronde non sarebbe la prima volta. La casa della grande N. aveva già fatto questo processo con La Casa di Carta, acquisendone i diritti dalla piccola Atresmedia dopo le prime due stagioni. Dunque sognare non costa nulla.

Nell’attesa di vedere come se la caverà l’attore danese nei panni di Gellert Grindelwald nei prossimi film del franchise di Animali Fantastici, non possiamo fare altro che immaginarlo tornare a seminare il panico nei panni del terribile Dr. Lecter.

Che ne pensate?

Scriveteci cosa ne pensate e continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news sul mondo del Cinema, delle Serie TV e dei Videogiochi