Machete, 6 curiosità sul film con Danny Trejo che non conoscevi

Abbiamo raccolto alcune curiosità che riguardano uno dei film più assurdi ma allo stesso amati degli ultimi anni: Machete

Danny Trejo
Danny Trejo in Machete Kills

Machete (stasera alle 21:10 su Rai Movie) è uno dei personaggi più folli che il cinema moderno abbia mai partorito. Fu creato dalla mente di Robert Rodriguez e venne plasmato sulle fattezze di Danny Trejo che, sebbene sia in realtà una persona estremamente buona e affabile, nei film del regista statunitense risulta sempre come uno spietato infallibile killer.

Il primo film dedicato a lui del 2010 è una perla del cinema pulp dai tratti iperbolici e volte grotteschi. Abbiamo deciso di scavare un po’ a fondo in quella pellicola per trovare qualche curiosità su Machete. Ecco cosa abbiamo scoperto

1) La nascita di Machete

Machete Grindhouse

Secondo l’opinione comune, Machete è nato come personaggio durante i film Grindhouse, di Robert Rodriguez (Planet Terror) e Quentin Tarantino (A prova di morte). Nell’opera infatti appare un finto trailer che omaggia i b-movies tanto amati dai due registi nel quale fa il suo esordio proprio Danny Trejo nei panni del personaggio che l’ha reso noto. Tuttavia l’idea venne al regista molto prima, mentre girava il suo secondo film Desperado, in un paesino in mezzo al deserto messicano.

 “In quel periodo non esistevano  film d’azione con ambientazioni latine che potessero piacere ad un vasto pubblico”: ha spiegato Rodriguez.

L’uomo spiegò anche come, vedendo i lungometraggi asiatici, desiderò fortemente creare un qualcosa però con le ambientazioni a lui care. Quando poi sul set di Desperado, la gente arrivava in massa per vedere Danny Trejo che neanche era il protagonista, Rodriguez capì di aver trovato il suo Machete. Gli diede un coltello e gli chiese di fare pratica. Il resto, come si suol dire, è storia

2) Danny Trejo: un uomo chiamato coltello

Machete

 

 

Se pensate che già interpretare un personaggio che abbia lo stesso nome di un coltello come Machete sia strano è perché forse non ricordate gli altri appellativi con in quali è stato chiamato Danny Trejo durante la sua carriera.

Nel film Desperado l’uomo viene chiamato Navajas, letteralmente coltelli; in Dal Tramonto all’alba e in Predators invece il personaggio di Trejo si chiama Cuchillo, altro termine ispanico per definire proprio l’arma da taglio.

Per non parlare del fatto che Machete appaia anche con lo stesso nome in Spy Kids, sempre di Rodriguez anche se in quel caso il personaggio ha lo stesso nome e fattezze ma non ha lo stesso background e storia. Se la coerenza dei personaggi fosse una categoria agli Oscar, Danny Trejo ne avrebbe a casa almeno 2 o 3.

3) Machete non manda messaggi

machete

Robert Rodriguez dichiarò come Danny Trejo fosse letteralmente impaziente di incominciare ad interpretare il personaggio di Machete e che per questo continuava a telefonargli a tutte le ore. Il regista un giorno, esasperato dall’atteggiamento dell’attore, gli chiese come mai non gli scrivesse un messaggio invece di continuare a tartassarlo di chiamate.

“Machete non manda messaggi”

fu la risposta di Trejo. Al regista piacque talmente tanto che decise di inserirla nel film facendola divenire una delle battute di culto del personaggio di Machete.