Sin City diventa una serie tv, possibile ritorno per Robert Rodriguez

Sin City diventerà una serie TV grazie ad un accordo che Frank Miller avrebbe trovato con la Legenday Television. Nella produzione ci sarà Robert Rodriguez

Sin City 2

Sin City, la celebre graphic novel dai toni estremamente noir, scritta da Frank Miller, tornerà sullo schermo.

In questa nuova trasposizione però non in veste cinematografica, ma diverrà una serie tv. Difatti, secondo quando riportato dal sito Deadline, Miller avrebbe trovato un accordo con la casa di produzione Legendary Television per la creazione di una prima stagione ambientata nella terribile città del peccato.

Leggi anche: 10 curiosità su Sin City

Oltre che questa, che già di per sé è una notizia che fa battere i cuori di milioni di fan, ne arriva un’altra.

Infatti Robert Rodriguez che ha scritto e diretto il primo, meraviglioso film, datato ormai 2005 sarà coinvolto nella produzione della serie.

Molto probabilmente il regista di San Antonio avrà il ruolo di produttore esecutivo ma non si esclude che possa mettersi dietro la macchina da presa in qualche episodio.

Oltre a Rordriguez saranno altri due i produttori esecutivi. Il primo è Stephen L’Heureux, uno dei realizzatori del seguito della prima pellicola, Sin City, una donna per cui uccidere che non ebbe esattamente la fortuna del suo predecessore. Il secondo invece sarà Silenn Thomas,capo della casa di produzione nella quale lavora Frank Miller.

Non è ancora chiaro se esiste già un accordo con qualche piattaforma di streaming sul quale verrà rilasciata la serie tv, ma pare comunque che nell’accordo, oltre alla produzione di una singola stagione ci sarà anche la creazione di una serie animata vietata ai minori che fungerà da prequel degli eventi visti nella graphic novel.

Questo è il secondo tentativo di produrre una serie tv su Sin City dopo quello fallito nel 2017. Sarà la volta buona per Miller e soci?

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com