Rocky: la commovente storia di Birillo, il vero cane di Stallone

Birillo, il cane che appare nei film di Rocky, apparteneva davvero a Sylvester Stallone. La storia che li lega è commovente.

rocky, birillo

Sono passati oramai 34 anni dall’uscita nelle sale di Rocky, uno dei film più amati della storia del cinema. La storia, come noto, narra di un pugile di Philadelphia che passa da essere un criminale di basso rango a divenire una vera leggenda nel mondo della boxe. Una caratteristica che però, tralasciando la componente prettamente sportiva, troviamo sempre nei film, è l’amore che il nostro protagonista ha per gli animali. Difatti Rocky all’inizio della storia ha come animali domestici due tartarughe, Tarta e Ruga, con le quali parla raccontando la propria vita. Il suo grande amore, Adriana, lavora nel negozio di animali dove acquista il mangime per i suoi rettili e dove si prende cura di un grosso Bullmastiff, Birillo, dal quale Rocky è evidentemente attratto. Durante il film Adriana dona il grosso cane al suo amato per tenergli compagnia. Il feeling tra uomo e cane è palese anche nel secondo film, in cui vediamo Stallone recitare con Birillo, il quale lo guarda sempre negli occhi, amorevolmente preso da lui.

La triste storia di Rocky e del suo cane

Questo è causa del fatto che quel grosso Bull era il vero cane di Sylvester Stallone, Buktus. Infatti, come lo stesso attore raccontò su Instagram, prima di divenire milionario grazie a Rocky, se la passava molto male dal punto di vista economico e viveva in una catapecchia sopra ad una fermata della metropolitana insieme al suo fidato amico a quattro zampe. Arrivato allo stremo, dovette vendere il suo amico per 40 dollari per poter racimolare qualche spicciolo per mangiare.

 

Subito dopo il successo planetario del film, Sylvester Stallone tornò immediatamente a riprendersi il suo amato Buktus. L’uomo senza scrupoli al quale lo vendette, sapendo del successo dell’attore, speculò sull’animale, vendendolo alla cifra di 15 mila dollari, che l’attore pagò senza battere ciglio.

E’ valso ogni singolo penny speso. Baktus era il mio migliore amico, il mio confidente, rideva sempre dei miei scherzi e mi tirava su il morale, era l’unico essere vivente che mi volesse bene per quello che realmente ero. Senza di lui non avrei avuto la forza di scrivere le sceneggiature di Rocky. Lui è ancora lo sfondo del mio computer

Una delle storie d’amore tra cane e uomo più belle di sempre. Nessun dubbio a riguardo.

27/01/2020 Rocky III: TV8, 21:30

Se hai apprezzato la storia di Birillo, il cane di Rocky potrebbero interessarti anche:

Se hai apprezzato la storia del cane di Rocky continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre incredibili curiosità!