Freddie Mercury e quell’ultima foto scattata da una fan

Un post su Instagram ha mostrato una delle ultime immagini che ritraggono Freddie Mercury.

Freddie Mercury

Un post su Instagram, una foto, due volti sconsolati. È il 1988, pochi anni prima della morte di Freddie Mercury a causa dell’AIDS. Terribile malattia che lo portò via prematuramente. Oggi, ventotto anni dopo la morte dell’iconico cantate dei Queen, ecco spuntare una foto, presumibilmente tra le ultime mai scattate a Freddie. Grazie a Helen, una delle pochissime fan dei Queen che riuscirono ad incontrare il frontman della band durante questo triste periodo. La foto in questione è stata postata dall’account FreddieMercuryClub e in descrizione al post potete leggere la struggente didascalia che racchiude il concetto di amore che un fan prova verso un qualcosa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Freddie & extremely lucky fan Helen in London, 1988 ❤ . Here’s the beautiful story behind this photo told by Helen herself: . “The photo of me holding Freddie close with my hand on his chest was taken on July 13th 1988. We (two friends and I) were outside Freddie’s house when he came out to the waiting car, with Mary and Peter Straker. I had a framed drawing which I had done of Freddie, Mary and Montserrat Caballe so I called, “Freddie!! I have a little present for you!” He stopped and waited. Mary and Peter were now in the car. I handed the drawing to him, and I almost forgot what to say when his beautiful eyes looked into mine! He waited for me to speak but I had almost forgotten how to!! Believe me, those eyes are far more beautiful and disturbing than ANY photo can show!! Eventually I said, “I’ve drawn this for you!” He held it and said, “Oh lovely! Super! You have Mary on there, too!” And he showed it to her through the car window and she smiled at me. I then asked if I could have my photo taken with him and he replied, “Of course.” I put my arm around his waist, and then waved my other hand near his chest and said, “Do you mind if I…?” He raised his dark eyebrows and his eyes twinkled with amusement as he replied, “OK!” So I put my hand on his warm chest and rested my head on his shoulder. I have tried to describe the way I felt in the poems in my Tribute mag Fairytales Of Yesterday but really the feeling was beyond words, it was beyond everything, and too near for tears. The photo was taken, and my friends had their photos taken with him, too. He got into the car with one more “Thank you” and I couldn’t stop the tears from springing to my eyes as I waved goodbye. He turned around in his seat to show the drawing properly to Mary, and she waved, too.” . ?P.S. Every time I read this story I inevitably imagine myself there looking into those disturbingly beautiful eyes resting my head on his shoulder with tears in my eyes…and just the thought of all that makes my heart beat so fast that I feel like fainting…❤ . ?? Thanks to my good friend @old_fashioned_girl_ for sharing this photo and caption ? . #FreddieMercury #luckyfan

Un post condiviso da Freddie Mercury (@freddiemercuryclub) in data:

Leggi anche: le curiosità su Bohemian Rhapsody

Per chi non fosse pratico con l’inglese, eccovi il racconto di Helen tradotto:

La foto in cui abbraccio Freddie Mercury, con la mia mano sul suo petto, è stata scattata il 13 luglio 1988. Noi (due amici e io) eravamo fuori casa di Freddie quando lui è uscito alla macchina, insieme a Mary e Peter Straker. Avevo un disegno incorniciato che avevo fatto di Freddie, Mary e Montserrat Caballe, così ho chiamato, “Freddie !! Ho un piccolo regalo per te!” Si fermò e attese. Mary e Peter erano saliti in macchina. Gli ho consegnato il disegno e ho quasi dimenticato cosa dire quando i suoi begli occhi hanno guardato nei miei! Aspettò che io parlassi ma mi ero quasi dimenticata come si facesse!! Credetemi, quegli occhi sono molto più belli rispetto QUALSIASI foto possa mostrare!! Alla fine ho detto “Ho disegnato questo per te!” Lo tenne e disse: “Oh adorabile! Super! C’è anche Mary lì!”. Lui glielo mostrò attraverso il finestrino della macchina e lei mi sorrise. Chiesi quindi se potevamo farci una foto e lui rispose: “Certo”. Gli misi il braccio attorno alla vita, poi agitai l’altra mano vicino al suo petto e dissi: “Ti dispiace se io …?” Alzò le sopracciglia scure e gli occhi scintillarono di divertimento mentre rispondeva “Ok!” Quindi gli misi una mano sul petto caldo e posai la testa sulla sua spalla. Ho cercato di descrivere come mi sentivo nelle poesie della mia rivista Tribute Fairytales Of Yesterday, ma in realtà il sentimento era oltre le parole, era oltre ogni cosa e troppo vicino alle lacrime. La foto fu scattata anche con i miei amici. Salì in macchina e gli dissi un altro “Grazie”, non riuscivo a impedire alle lacrime di balzarmi agli occhi mentre salutavo con la mano. Si voltò sul sedile per mostrare il disegno a Mary e anche lei fece un cenno.

Inutile menzionare il film Bohemian Rhapsody, diretto da Bryan Singer e campione d’incassi in tutto il mondo. Il film vede Rami Malek interpretare magistralmente proprio Freddie Mercury, al punto da vincere un Oscar in un film che seppur con qualche imperfezione stilistica e storica, rimarrà sicuramente nella storia del genere biografico.