Shrinking: Recensione della serie Apple con Jason Segel e Harrison Ford

Dal 27 Gennaio in esclusiva per gli abbonati Apple Tv arriva Shrinking, serie dramedy in 10 episodi con Harrison Ford e Jason Segel di How I Met Your Mother. La nostra recensione in anteprima.

Shrinking
@Apple Tv
Condividi l'articolo

Tra le novità in esclusiva su Apple Tv sono già disponibili i primi due episodi di Shrinking, la nuova serie con Jason Segel, alias Marshall di How I Met Your Mother, che per Shrinking diventa anche sceneggiatore insieme a Bill Lawrence e Brett Goldstein, ovvero i creatori di una delle serie comedy più amate degli ultimi anni, Ted Lasso.

Sulla carta, Shrinking si presenta certo con le migliori premesse. E come se non bastasse, nel cast figurano anche Christa Miller, indimenticabile moglie terribile di Perry Cox in Scrubs, nonché il prode Harrison Ford, assolutamente irresistibile nella parte del burbero Dottor Rodhes, uno dei suoi primissimi ruoli di rilievo per il piccolo schermo.

Nel corso della sua leggendaria carriera, infatti, Harrison Ford non si era mai prestato alle serie televisive, se non in veste di guest star per brevi apparizioni. Shrinking e 1923, serie western in arrivo il prossimo 12 Febbraio su Paramount Plus, rappresentano così le sue prime storiche prove e il suo trionfale ingresso nel mondo della serialità.

E forse, con tanti nomi importanti a livello di cast tecnico e artistico, per Shrinking le “migliori premesse” si sono trasformate in aspettative troppo alte per essere soddisfatte, mentre le reazioni critiche dopo i primi due episodi, disponibili su Apple Tv dal 27 Gennaio, risultano piuttosto tiepide.

Shrinking prosegue ora con un nuovo episodio ogni venerdì. E nonostante la serie necessiti di qualche episodio per carburare ed entrare davvero nel vivo, molti spettatori finiranno per cadere innamorati di questo show che non cerca né la comicità né il melodramma, ma punta tutto sull’attenta costruzione dell’umanità dei personaggi.

LEGGI ANCHE:  Blade Runner: le principali differenze tra il film e il romanzo

Shrinking: La trama (no spoiler)

Jimmy Laird (Jason Segel) è uno psicoterapeuta in profonda crisi. Sua moglie è morta in un incidente da un anno, eppure Jason sembra decisamente indietro in termini di elaborazione del lutto, avendo scelto piuttosto di annegare la propria sofferenza tra alcool, droghe e festini in piscina con giovani prostitute.

Tutto questo sotto gli occhi di una figlia adolescente, Alice (Lukita Maxwell) che ora fatica decisamente a perdonarlo. Con l’aiuto dei suoi amici, tra cui la solerte vicina Liz (Christa Miller) e i suoi colleghi, Gaby (Jessica Williams) e il suo mentore, il Dottor Rhodes (Harrison Ford), Jimmy decide di riprendere finalmente in mano la sua vita.

Peccato che Jimmy scelga una chiave piuttosto insolita per reagire al dolore. Ovvero, cominciare a dire apertamente, senza filtri, tutto quello che pensa di loro. E quando incontra per la prima volta Sean (Luke Tennie), un reduce di guerra con stress post traumatico, decide di violare qualunque codice etico, accogliendo il ragazzo in casa propria.

Shrinking: Recensione in anteprima

Shrinking
I primi episodi di Shrinking sono disponibili dal 27 Gennaio per tutti gli abbonati Apple Tv (Ph:@Apple Tv)

Dai creatori di Ted Lasso e dal vecchio caro Marshall di How I Met Your Mother, al secolo Jason Segel, era forse lecito aspettarsi una nuova serie smaccatamente comica, pronta a regalare una pioggia di risate. E in questo senso, chiunque si aspettasse le classiche gag della situation comedy rischia di trovare in Shrinking una amara delusione.

LEGGI ANCHE:  Il sequel di Blade Runner si intitolerà "Blade Runner 2049"

La serie cerca piuttosto l’equilibrio sottile della dramedy, combinando la struttura di una commedia degli equivoci con un approccio non melodrammatico al tema dell’elaborazione del lutto, ma anche dell’accettazione della malattia, già che il Dottor Rhodes, il personaggio magnificamente interpretato da Harrison Ford ha appena ricevuto una diagnosi di Parkinson.

Shrinking conquista così grazie ai suoi episodi brevi, agili e brillanti, ma soprattutto grazie alla bellezza dei suoi personaggi, tutti magnificamente scritti e interpretati, che si tratti di star di primo piano come o dei giovani talenti meno noti al grande pubblico, come Jessica Williams e Luke Tennie.

I dieci episodi della serie colpiscono così per la capacità di farci affezionare sempre di più ai protagonisti, appassionarci al loro percorso di rinascita, che come nella vita reale non sarà mai semplice e diretto, ma fatto di illusioni e nuove cadute, entusiasmo e sconforto, e soprattutto tanti errori, commessi magari con le migliori intenzioni.

Lo show creato da Jason Segel con Bill Lawrence e Brett Goldstein rivela così una particolare sensibilità nell’affrontare sentimenti e situazioni pronte a scivolare facilmente nel più bieco patetismo. E noi non possiamo che apprezzare una serie che sa attraversare la comicità e il dramma in modo così sottile, elegante e sofisticato.

In attesa della conferma della seconda stagione, Shrinking vi aspetta su Apple Tv con un nuovo episodio ogni venerdì. Fateci sapere cosa ne pensate!

Shrinking: Il cast

  • Jason Segel: Jimmy Laird
  • Harrison Ford: Dr. Paul Rhodes
  • Christa Miller: Liz
  • Luke Tennie: Sean
  • Jessica Williams: Gaby

Shrinking: Trailer ufficiale