Oscar 2022, i favoriti per la vittoria (e la schedina) secondo la Scimmia

Ecco i nostri favoriti per la vittoria degli Oscar 2022, che si terranno questo fine settimana, nella notte tra domenica e lunedì.

Oscar
Condividi l'articolo

Le votazioni sono ormai chiuse e mancano poche ore all’edizione 2022 della notte degli Oscar. In un’edizione che segnerà il ritorno (o almeno un avvicinamento) alla normalità dopo gli anni del Covid sono molti i titoli interessanti da tenere d’occhio.

Innanzitutto, questa edizione potrebbe essere la prima ad assegnare la statuetta al miglior film ad un titolo prodotto da un servizio di streaming, come vedremo più avanti. Ma è anche l’anno del ritorno di Paolo Sorrentino, di Paul Thomas Anderson e (molto probabilmente) di Will Smith.

Ecco quelli che sono i nostri favoriti per la vittoria finale delle statuette più ambite del cinema.

Vi ricordiamo che la cerimonia avrà luogo nella notte tra domenica e lunedì. Potete trovare tutte le informazioni necessarie su come vederla qui.

Miglior film, regia e sceneggiatura

Il potere del cane
Benedict Cumberbatch in Il potere del cane

Il premio al miglior film è sicuramente quello più atteso e ambito. Quest’anno la corsa sembra piuttosto chiara. Favorito indiscusso è Il potere del cane di Jane Campion, autrice di uno splendido western che parla di questioni di genere, ma anche della storia americana.

Si tratterebbe, come detto, del primo film prodotto da una piattaforma di streaming (Netflix) a vincere la statuetta. Un evento che sembra non così remoto, anche perché uno dei suoi principali rivali, I segni del cuore, è prodotto da Apple.

Proprio quest’ultimo pare essersi rilanciato nelle ultime settimane grazie ai successi nei premi dei sindacati, storicamente molto indicativi per la notte degli Oscar. Non è quindi da escludersi un colpo di scena, anche se riteniamo sia piuttosto improbabile.

LEGGI ANCHE:  Joker, le opinioni dell'Academy: tra entusiasmo e disprezzo

Per quanto riguarda la regia sembra invece decisamente indirizzata verso al vittoria Jane Campion, che in questa categoria non dovrebbe avere rivali (specialmente nel caso di colpi di scena nel premio per il miglior film).

Sulla sceneggiatura originale, invece, sembra una corsa a due tra Kenneth Branagh e il suo Belfast e PTA con Licorice Pizza. Per quella non originale la corsa è molto simile a quella per il miglior film, con Il potere del cane I segni del cuore favoriti, ma non è da sottovalutare Drive My Car.

Per quanto riguarda lo splendido film di Ryusuke Hamaguchi, è senza dubbio il grande favorito nella categoria miglio film straniero. Basse dunque le possibilità per Sorrentino e il suo È stata la mano di Dio, che dovrà molto probabilmente accontentarsi di un ritorno al Dolby Theatre di Los Angeles da invitato.

Miglior film d’animazione dovrebbe invece essere appannaggio di Encanto, con Disney come sempre favorito. L’unico in grado di fermarlo sembra essere Flee, di cui si parla molto nell’ultimo periodo, ma che ha comunque poche possibilità a nostro parere.

Oscar 2022, gli attori favoriti

Will Smith
Will Smith è il favorito con King Richard

Altre sezioni particolarmente interessanti sono quelle che vanno a premiare le performance degli attori.

LEGGI ANCHE:  Moonlight - Recensione in anteprima

Come ogni anno alcune categorie sembrano già saldamente dominate, mentre altre saranno più contese.

Tra le attrici protagoniste la corsa sarà tra Jessica Chastain e Nicole Kidman, con la prima leggermente favorita. La sua interpretazione in Gli occhi di Tammy Faye dovrebbe garantirle la statuetta, ma attenzione alla seconda, bravissima in A proposito dei Ricardo.

La statuetta per la miglior attrice non protagonista sembra invece saldamente in mano a Ariana DeBose per la sua interpretazione in West Side Story

Tra gli attori, invece, il miglior protagonista dovrebbe essere piuttosto certa la vittoria di Will Smith, che otterrebbe così la sua prima statuetta. Un’occasione, quella di premiare uno degli attori americani più amati, che difficilmente l’Academy si lascerà scappare.

Nella categoria non protagonista invece il duello è più incerto, tra Kodi Smith-McPhee e Troy Kotsur, con il secondo in vantaggio nei pronostici.

I premi tecnici

Dune
Dune di Denis Villeneuve

Nei premi tecnici è molto probabile il dominio di Dune, che altrettanto probabilmente dovrà “accontentarsi” di quesi ultimi. È improbabile infatti la sua vittoria nelle categorie di cui abbiamo parlato prima.

Dune è favorito per gli Oscar alla miglior fotografia, scenografia, montaggio, colonna sonora, effetti speciali e sonoro.

Fanno eccezione migliori costumi, in cui sembra favorita Cruella e miglior canzone, con No Time To Die in pole position.

1
2
Torinese d'adozione ed aostano di nascita, laureato al DAMS. Quando non è impegnato a sopravvivere si interessa in particolare di cinema orientale, di fumetto e di tappeti.