Sanremo 2022: i voti ai look della seconda serata [FOTO]

I voti ai look dei cantanti della seconda serata di Sanremo 2022

Sanremo
Condividi l'articolo

Si è conclusa anche la seconda serata dell’edizione 2022 del Festival di Sanremo: è stata condivisa la prima classifica completa (dopo i voti della stampa) e anche gli altri artisti hanno potuto far sentire il proprio pezzo.

Ma Sanremo non è mai una kermesse legata solo alla musica: essendo uno spettacolo molta attenzione viene data anche all’estetica. Per questo, anche per la seconda serata abbiamo deciso di commentare i look dei cantanti in gara (qui trovate i voti ai look della prima serata).

Sanremo: i voti ai look della seconda serata

Sangiovanni

La seconda serata del Festival di Sanremo è inziata con l’esibizione di Sangiovanni che si è presentato con un completo in taffetà rosa cangiante, con sneakers a strisce bianche e fucsia.

Il look è fresco, forse un po’ troppo oversize, ma se il concetto era quello di rappresentare anche visivamente il titolo del brano, Farfalle, l’obiettivo è stato raggiunto. Voto:7

Giovanni Truppi

È vero ce la forma non è tutto. È vero che a Sanremo quello che importa dovrebbe essere la musica, ma fortunatamente ci siamo lasciati alle spalle gran parte di quella snoberia secondo cui la musica è sacra e parlare di altro è sintomo di superficialità.

LEGGI ANCHE:  La Rappresentante di Lista: Ciao Ciao, spiegazione e significato [VIDEO]

Giovanni Truppi andrà sicuramente incontro al premio della critica per il suo (bel) brano. Ma quanto a look non ci siamo. Va bene il casual, ma presentarsi sul palco dell’Ariston con canotta e pantaloni sgualciti come se si stesse andando a fare la spesa è sintomo di sciatteria, non di cantautorialità. Voto: 3.5

Il primo ospite di Sanremo: Laura Pausini

Laura Pausini si è mostrata sul palcoscenico con un lungo abito nero targato Versace, arricchito da una fila di paillettes per movimentare l’abito e non far sbadigliare chi è in casa a guardare.

Elegante, ma un tantino noioso. Come si suol dire: senza infamia e senza lode. Dimenticabile. Voto: 6.5.

Le Vibrazioni

Le Vibrazioni tornano a Sanremo con un brano dimenticabile, tanto quanto è dimenticabile il look da rock band.

Niente di apertamente sbagliato: tutto però troppo cupo, con delle paillettes e degli strass che dovrebbero dare colore al nero, concedendogli un aspetto più glamour.

Ma il detto che il nero sta bene su tutto non è propriamente corretto e dopo il total black dei Maneskin quello de Le Vibrazioni sembra solo la versione ordinata su Wish. Voto: 5.5

LEGGI ANCHE:  Sanremo 2022, il direttore di Telelombardia furioso per la gag tra Amadeus e Checco Zalone

Emma

Uscita più tardi rispetto a quanto divulgato dalle prime scalette, Emma ha comunque conquistato il palco. Abito Gucci, con uno spacco vertiginoso mai però volgare.

Il look è arricchito dai collant di pizzo simili a quelli di Lady Gaga per House of Gucci e un caschetto biondo super-rock che, insieme ai gioielli, hanno dato alla cantante un aspetto chic e duro al tempo stesso. Voto: 8

Iva Zanicchi, la regina di Sanremo

Iva Zanicchi è per Sanremo quello che Meryl Streep è per gli Oscar: è quella che ha vinto più volte e, per questo, si sente sempre a suo agio sul palco.

Tuttavia sembra aver dimenticato un piccolo particolare: il tempo è passato e quello che andava bene vent’anni fa ora non appare più così interessante.

Pantaloni a palazzo, dolcevita e cappa piena di sbrilluccichii e piume. Tutto, rigorosamente, in nero. Insomma, Ia Zanicchi nel look è un’Orietta Berti che non ce l’ha fatta. Voto: 6-

Rettore e Ditonellapiaga

Quanta bellezza! Il look delle due artiste è un gioco di dicotomie tra bianco e nero. Il rischio è quello di fare un po’ le Crudelia Demon dell’Ariston.

Ma Rettore e DItonellapiaga hanno giocato con tagli e fantasie, rappresentando quasi l’una l’evoluzione e l’involuzione dell’altra. Donatella Rettore con croci di cristallo nella giacca, Ditonellapiaga con un fiore rosso sul revers della giacca. Splendide. Voto: 9