Harvey Weinstein finisce in ospedale dopo la condanna

Dopo essere stato giudicato colpevole dalla giuria, Harvey Weinstein ha accusato un malore che lo ha costretto al ricovero in ospedale.

Weinstein

Come vi abbiamo raccontato ieri, l’ex produttore Harvey Weinstein è stato ritenuto colpevole dalla giuria di stupro di terzo grado oltre che di aggressione sessuale. Per questi crimini, l’uomo rischia una condanna fino a 25 anni di reclusione. Nonostante l’avvocato di Weinstein, Donna Rotunno avesse richiesto che il suo assistito potesse rimanere libero fino alla sentenza, che avrà luogo il prossimo 11 marzo, per potersi sottoporre a delle iniezioni, senza le quali rischierebbe la cecità, il giudice James Burk aveva deciso di trattenere l’uomo nel carcere di Riker Island.

Tuttavia l’uomo, subito dopo essere uscito dal tribunale, ha avuto un malore, accusando forti dolore al petto, così come riportato dal suo portavoce. Questi eventi hanno costretto le forze dell’ordine a trasportarlo Bellevue, un ospedale noto ai più per il suo reparto psichiatrico ma che viene utilizzato come reparto speciale nel quale ospitare i detenuti malati.

In attesa della condanna dunque, Weinstein dovrà fare i conti con una salute che lo sta abbandonando, vista anche l’operazione alla schiena subita che, a detta dell’avvocato, non è andata affatto bene. L’uomo si è presentato in tribunale visibilmente dimagrito e incapace di camminare se non attraverso l’uso di un deambulatore.

Potrebbero interessarti anche:

Continua a seguirci su LaScimmiapensa.com per altre news e approfondimenti sul mondo del cinema!