Harvey Weinstein, Annabella Sciorra racconta lo stupro subìto

L'attrice Annabella Sciorra ha raccontato lo stupro subìto da Harvey Weinstein. I dettagli sono agghiaccianti.

Harvey Weinstein, Annabella Sciorra racconta lo stupro subìto

Una testimonianza scioccante, quella di Annabella Sciorra durante il processo ad Harvey Weinstein. Chiamata sul banco, la compagna di Tony Soprano nella famigerata serie ha raccontato lo stupro subìto per mano del produttore orco. Dettagli raccapriccianti per una vicenda già disgustosa di suo.

Una violenza che le ha causato non pochi danni psicologici, al punto che per un periodo cadde nel baratro dell’alcolismo e di autolesionismo. L’attrice dalle chiare origini italiane ha spiegato le dinamiche dei raccapriccianti fatti che fu costretta a subire.

“Ero in casa mia, Harvey mi aveva accompagnato a casa dopo una festa. Fu lì che mi violentò. Io mi dimenavo, lo riempivo di calci e pugni finché non mi bloccò mettendomi le mani sopra la testa. Dopo avermi eiaculato addosso, iniziò a praticarmi sesso orale. Ero totalmente sotto shock, tremavo in un modo insolito”

Dopo questo fatto, Annabella Sciorra ha anche raccontato di aver iniziato a bere e tagliarsi ovunque. Arrivando anche a mischiare il suo sangue con la vernice e ad imbrattare le pareti di casa sua.

“Non riuscivo a capire cosa mi stesse succedendo, sembrava come se avessi una crisi epilettica, ero disgustata. Da quel momento avevo difficoltà a rimanere a casa”

Successivamente Annabella Sciorra ha anche affrontato Harvey Weinstein. Un azione di coraggio che le si ritorse contro dal momento che il produttore orco la minacciò che avrebbe potuto subire gravi conseguenze se solo avesse provato a denunciarlo.

“Gli dissi chiaramente come mi ero sentita e che ero addirittura svenuta. Lui mi rispose che era questo quello che fanno le brave ragazze cattoliche”

I legali a difesa di Weinstein però non la vedono così e affermano che la Sciorra abbia dichiarato ad una sua amica di aver fatto qualcosa di folle con Weinstein senza mai parlare di stupro. La testimonianza dell’attrice è usata dagli avvocati esclusivamente come prova a dimostrazione delle malefatte di Harvey Weinstein. Annabella Sciorra infatti non potrà usare il suo caso per chiedere una condanna.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!