Hugh Grant sul Covid: “Mi sembrava di avere Weinstein seduto sul petto”

Durante l'ultimo episodio dello show di Stephen Colbert, Hugh Grant ha raccontato la sua personalissima esperienza col Covid

Harvey Weinstein huge grant
Credits: WIkipedia/Georges Biard
Condividi l'articolo

Hugh Grant è stato ospite dell’ultimo episodio dello show di Stephen Colbert, nel quale ha raccontato la sua personalissima esperienza col Covid.

È iniziato come una sindrome molto strana in cui continuavo a sudare terribilmente – spiega l’attore. Era come avereun mantello di sudore. Imbarazzante, davvero. Poi i miei occhi sembrava come se fossero tre taglie più grandi, e avevo questa sensazione come se avessi un uomo enorme seduto sul mio petto, una specie di Harvey Weinstein o simili.

Ho pensato “Non so cosa sia” e poi camminando per una strada un giorno, ho pensato “Non riesco a sentire un accidente di niente”, e ho iniziato a farmi prendere dal panico, perché a quel punto la gente aveva appena iniziato a parlare della mancanza di olfatto come un sintomo del Covid.

Ho iniziato ad annusare fiori, niente ed ero sempre più disperato. Ho iniziato ad annusare nei bidoni della spazzatura e poi, sai, ho iniziato ad annusare le ascelle agli estranei perché non riuscivo a sentire l’odore di nulla. E alla fine sono tornato a casa e ho spruzzato la Chanel No. 5 direttamente in faccia. Non sentivo nulla, ma sono diventato cieco. 

Hugh Grant è solo l’ultima star in ordine cronologico ad aver contratto il Covid e che dato testimonianza dei sintomi. Vi ricorderete quando Tom Hanks, uno delle prime celebrità ad ammalarsi, aveva raccontato la sua esperienza che risulta simile a quella spiegata ora da Grant (qui per leggere).

LEGGI ANCHE:  "Prima la danno via e poi frignano": Libero denunciato da Asia Argento

Continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook Ufficiale LaScimmiaPensa.com per altre news, recensioni e approfondimenti sul mondo del Cinema, dei Videogiochi e delle Serie Tv!