Harvey Weinstein condannato a 16 anni di prigione per stupro

Weinstein
Condividi l'articolo

I 16 anni si sommano ad altri 23 anni per i quali Weinstein era già stato condannato nel 2020

Harvey Weinstein è stato fondamentalmente condannato alla prigione a vita: già 23 anni di carcere che deve scontare come deciso da una sentenza nel 2020, più ora altri 16. Dato che l’ex-produttore ha 70 anni (quasi 71), questo significa che potrà eventualmente uscire di prigione solo a 109 anni. Inutile dire che nessuno si aspetta che viva così a lungo.

Questo poi, si intende, qualora nel frattempo non emergano altri crimini e non intervengano ulteriori condanne. Quest’ultima in particolare lo ha visto dichiarato colpevole in un tribunale di Los Angeles per l’accusa di uno stupro perpetrato ai danni di una donna in una stanza d’albergo di Beverly Hills, sembra una decina di anni fa.

Un po’ una goccia nell’oceano, paradossalmente, viste le miriadi di accuse di abusi e molestie che sono piovute sul produttore fin dal 2017 e che lo hanno reso simbolo negativo e odiatissimo del movimento #MeToo, nonchè personaggio pubblico portato a esempio di tutta una serie di atteggiamenti e atti oggi considerati inaccettabili.

LEGGI ANCHE:  Harvey Weinstein positivo al Coronavirus

Fonte: Huffington Post

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa