Joe Pesci: Le migliori interpretazioni

Joe Pesci quest'anno è meritatamente tornato alla ribalta. Lo omaggiamo attraverso un viaggio nella sua carriera

3. Casinò, Martin Scorsese

Joe Pesci

Riprendendo molti tratti dei suoi personaggi scorsesiani, in Casinò il nostro torna ad affiancare Robert De Niro. A differenza del complesso mosaico di personaggi di Quei bravi ragazzi, in Casinò Scorsese imposta tutto il film intorno ai due protagonisti e ad una femme fatale, che sarà elemento fondamentale dell’intreccio. Tutti gli altri si muovono sullo sfondo della scena: la loro caratterizzazione è appena abbozzata in confronto alle due straripanti interpretazioni dei protagonisti.

Davanti ai barocchi fondali degli anni d’oro di Las Vegas, Scorsese inscena una vera e propria guerra fratricida. I due protagonisti porteranno quindi in scena due personaggi decisamente differenti. Da un lato Sam Rothstein-Robert De Niro, profondamente consapevole e rispettoso delle gerarchie della città del divertimento, dall’altro Nicky Santoro- Joe Pesci, pronto a rovesciare questo stesso ordine costituito con metodi poco ortodossi. L’ultimo trionfante gangster movie di Scorsese prima di The Irishman porta finalmente ad un confronto diretto questi due attori, concludendo un discorso iniziato con Toro Scatenato ben quindici anni prima.

2. Quei bravi ragazzi, Martin Scorsese

Joe Pesci

Il pirotecnico e policromo Goodfellas brulica di figure, comparse, sottotrame. Su queste si eleva per la vivacità dell’esecuzione e la ricchezza interpretativa la figura portata in scena da Joe Pesci. Non a caso suo unico Oscar, il solo in una rosa di sei nomination per il capolavoro di Martin Scorsese. Un personaggio a tutto tondo che segna un nuovo standard all’interno della carriera di Joe Pesci e che apre la strada ad uno dei periodi più floridi della sua carriera di attore. Quei bravi ragazzi fu a tutti gli effetti la prova più tangibile del talento debordante di Pesci, in un ruolo molto più articolato rispetto alla sua prima collaborazione con Scorsese.

Da comprimario completamente oscurato dalla straordinaria performance di De Niro in Toro Scatenato, in Quei bravi ragazzi Pesci riesce quasi a rubare la scena a Ray Liotta. Se non tecnicamente, quantomeno nella memoria degli affezionati, rendendosi protagonista di alcuni dei momenti più cult del cinema di Scorsese. Su tutti, sicuramente Buffo come? Che ci trovi di buffo?, memorabile citazione di una delle scene più istrioniche di Joe Pesci, in cui riesce a ribaltare completamente l’atmosfera dello scambio di battute modulando la sua recitazione.

1. The Irishman, Martin Scorsese

Joe Pesci

A quasi dieci anni da quello che sembrava un ritiro definitivo dal mondo del cinema, Joe Pesci chiude un cerchio iniziato ormai diversi anni fa. Tornando a farsi elemento centrale anche in questo gangster movie, ma spogliandosi del vitalismo che caratterizza solitamente i suoi personaggi. Così Russell Buffalino è profondamente diverso da Tommy DeVito o Nicky Santoro. Dove questi ammazzavano d’istinto, agivano impulsivamente, Buffalino invece pondera e calcola da vero stratega. Alla recitazione estremamente fisica si sostituisce una statuaria e gelida interpretazione fatta solo di mimica ed espressioni capaci di magnetizzare l’attenzione dello spettatore.

Sconvolgente nella presenza scenica, nella severità e nel rigore con cui ha approcciato questo nuovo ruolo, Joe Pesci ha firmato l’atto della sua consacrazione definitiva. Tornando sì al suo ruolo di definizione, ma compiendo una vera e propria metamorfosi dal macchiettistico mafioso al diabolico boss. Tutto ciò in perfetta coerenza con l’atmosfera senescente di The Irishman, estremo commiato, dopo anni di assenza dalle scene, di questo grandissimo talento italoamericano.

E voi cosa ne pensate? Continuate a seguirci su LaScimmiapensa.com

Potrebbero interessarti anche: