Area 51, l’annullamento non ferma “la caccia gli alieni”: circa 300 persone sul luogo [VIDEO]

Area 51, tornano di moda i cappelli di carta stagnola
Area 51, tornano di moda i cappelli di carta stagnola come in questo frame del film Signs

E venne il giorno. Oggi infatti è ufficialmente iniziata l’invasione dell’Area 51, la zona super top secret all’interno del deserto del Nevada nella qual si dice vengano nascosti resti di UFO ed alieni.

Questa folle idea è nata per scherzo dalla mente di un ragazzo australiano, evidentemente annoiato, Jackson Barnes che, attraverso una pagina Facebook, Shitposting cause im in shambles, ha fatto diventare questa strampalata idea virale.

Sono state migliaia le persone, anche famose, del calibro di Danny Trejoche si sono unite nel tempo a Barnes e alla sua stramberia.

Pareva però tutto svanito quando, per motivi di sicurezza nazionale, il raid all’Area 51 è stato annullato, con tanto di arresti per i primi invasori nelle scorse ore.

Ma, come spesso accade, l’umanità ci sorprende sempre. Difatti sono stati ben 300 i temerari che hanno sfidato la polizia del Nevada e la serratissima difesa dell’Area 51 per affrontare questa comica crociata.

Come si può facilmente immaginare, l’intero evento si è trasformata nella saga della fantascienza e della goliardia.

Leggi anche: I migliori film sugli alieni del ventesimo secolo

Da segnalare un cartello memorabile che riportava la scritta Salviamo ET dal governo , con tanto di foto del celeberrimo alieno reso immortale dal film di Steven Spielberg del 1982.

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi, folla e spazio all'aperto

Non solo Spielberg. I 300 coraggiosi, che nulla hanno a che vedere con Leonida e Sparta, hanno infatti voluto omaggiare anche un altro capolavoro della fantascienza: Signs di M. Night Shyamalan, creando ad hoc il celeberrimo cappello di carta stagnola.

Anche se c’è da dire che probabilmente non sapremo mai se l’ispirazione per l’outfit è arrivata dal regista indiano o da Scary Movie 3.

 

L'immagine può contenere: 2 persone, persone in piedi e spazio all'aperto

Non poteva mancare infine la famosa corsa “ninja” ispirata al manga Naruto che ha generato non poca ironia in passato a causa di addestramenti specifici dell’esercito statunitense atti a fronteggiare tale tecnica.

Quasi tutti i partecipanti sono stati infatti ripresi mentre iniziavano la loro spedizione nell’Area 51 in tale maniera.

La nostra personale palma per il migliore va però al ragazzo che è stato ripreso sfrecciare in questo stile dietro a un inerme giornalista.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com