Old: ecco il nuovo film di M. Night Shyamalan

Ritorna il maestro della tensione e dei plot twist con un nuovo film

Shyamalan
Una scena di Split di M. Night Shyamalan, 2016

Old è il titolo dei nuovo progetto del regista di culto M. Night Shyamalan. Arriverà nel 2021

Buone notizie per tutti i fan dei sempre inquietanti film di M. Night Shyamalan. Old è il suo nuovo lavoro e l’uscita ne è appena stata svelata. Ancora non si sa quasi nulla sul nuovo progetto, salvo la (prevista) data di uscita e cioè il 23 luglio 2021. Ovviamente tutto è sempre in forse per via del COVID-19.

Il nuovo film arriva solo due anni dopo Glass, il terzo della trilogia di Unbreakable iniziata nel 2000 e proseguita con Split nel 2016. Il regista ha svelato titolo e poster di Old, le cui riprese sembrano essere appena iniziate, con un post su Twitter che lo vede anche ritratto con mascherina e ciak in mano.

“Sembra quasi un miracolo che io sia qui a girare la prima scena del mio nuovo film” commenta il regista de Il Sesto Senso con semplicità. Senza dubbio si riferisce alla difficile situazione dell’industria cinematografia americana, costretta a funzionare con regole ferree a causa della pandemia.

I fan aspetteranno con ansia dettagli ulteriori su Old, ma per il momento si sa solo che il cast sarà guidato da Gael Garcia Bernal e comprenderà anche Vicky KriepsAlex WolffThomasin McKenzieEliza ScanlenRufus SewellEmbeth DavidtzAaron Pierre e Ken Leung.

Shyamalan è noto da ormai più di vent’anni per i suoi film colmi di tensione e mistero, spesso coinvolgenti situazioni inquietanti e famosi anche per i leggendari plot twist finali. Oltre alla trilogia di Unbreakable e a Il Sesto Senso il regista ha girato Signs (2002), The Village (2004), The Happening (2008) e The Visit (2005).

Non si sa se questo nuovo film, Old, riprenderà i toni da horror psicologico dei suoi lavori più celebri, ma dal poster del film sembra che ci sia da aspettarsi proprio questo. Di certo è quello che sperano i fan, ansiosi di vedere il risultato di un lavoro realizzato tra l’altro in condizioni tanto difficili. Aspettiamo il luglio ’21 per verificare.

Fonte: Collider

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Pensa, la Scimmia fa.