Area 51, l’invasione si trasforma in un party

area 51

Tutto era iniziato con un evento su Facebook in cui si voleva invadere l’Area 51 correndo come Naruto. Tutto finirà con una semplice e più morigerata (ma nemmeno troppo) festa in quel di Rachel, area non incorporata che vede ben 54 abitanti. E la cosa non è vista comunque di buon occhio. Una due giorni di festival chiamato Alienstock che lascia perplessa la minuscola cittadina del Nevada, situata nei pressi dell’Area in questione.

Anche perché si parla di circa quarantamila presenze. Lo spazio intorno all’agglomerato urbano è molto ampio giacché situato nel deserto. Restano tuttavia molte perplessità. Al punto che è stato già dichiarato lo stato di emergenza. L’evento dovrebbe aver luogo dal 20 al 22 settembre. Chissà se parteciperà anche Rovazzi?

Insomma, la realtà si era piegata per un momento, e solo a livello teorico, al meme. Ed ora è tornata realtà. Quello che doveva essere un evento a dir poco particolare si è ridimensionato in maniera più logica e umana. Tutto era nato con un post su Facebook in cui l’organizzatore aveva supposto l’impossibilità di fermare un’invasione pacifica e civile da parte delle autorità. L’ampio successo dell’evento Facebook aveva anche fatto allertare la sicurezza dell’Area 51, al punto da lanciare un comunicato di diffida verso gli eventuali partecipanti. E l’organizzatore iniziò a tremare quando lesse che sarebbe stato ritenuto responsabile di eventuali azioni criminali. E, si sa, con le forze dell’ordine USA non si scherza. Lui si era immediatamente tirato indietro ma era troppo tardi. In molti erano convinti di andare fino in fondo.

 

Area 51
Area 51, la locandina dell’Alienstock

Fortunatamente per l’organizzatore, l’America è la terra delle opportunità. E la Hidden Sound ha trovato modo per speculare su un evento che ha toccato quota due milioni prima che venisse oscurato. Non si farà più l’invasione ma ci sarà un party a tema alieno. Due giorni di alcol e musica così da soddisfare ogni partecipante di questo Alienstock – Free Music and Culture, musica e cultura libera. Un evento standardizzato come tutti gli altri che andrà seguito da vicino giacché restano parecchi quelli convinti di andare fino in fondo e invadere l’Area 51.