Raid Area 51: arrestati i primi invasori

Scattano i primi arresti per tentata irruzione in territorio militare

raid area 51

Come molti di voi sapranno già, il 20 settembre avrebbe dovuto avere luogo l’Alien Stock, il festival musicale nato a ridosso dell’iniziativa “raid all’Area 51”, poi annullato come vi avevamo raccontato qui.

Qualche mese fa, infatti, vuoi per gioco, vuoi per un malcelato ed eccentrico desiderio, un utente Facebook ha deciso di creare la pagina Storm Area 51, They Can’t Stop all of Us.

Fu l’inizio di un filone inaspettato, la popolarità dell’iniziativa raccolse così tanto seguito da destare l’attenzione dei media e fare in modo che le attività del luogo – parliamo delle regioni limitrofe alla famosa zona militare – trovassero un modo per lucrare sul rimbombo mediatico.

Nonostante l’annunciato annullamento, qualcuno ha pensato bene di sfidare le forze di polizia. È stato infatti riportato l’arresto di due youtuber olandesi che avrebbero sconfinato le limitazioni dell’Area 51 e parcheggiato in una zona protetta. Ecco il video che annuncia la cattura dei due:

Il tutto sarebbe avvenuto martedì 10 settembre, in una zona off-limits a circa 5 km all’interno del confine militare. I “mascalzoni”, stavano trasportando un portatile, un drone e cosa che sembrerebbe aggravare l’infrazione, una telecamera con riprese della zona vietata ai civili.

Il duo risponde ai nomi di Govert Charles Wilhelmus Jacob Sweep e Ties Granzier, coppia della quale non si sa molto a parte che la polizia locale li tratterà ancora per tre giorni dopo il fermo durato già una settimana.

Il Time riporta l’ammissione dei giovani video maker circa la loro permanenza sul sito: pare abbiano ignorato volontariamente i cartelli “No Trespassing”. Cosa volessero ottenere, non è chiaro. Ciò che possiamo dedurre è che volessero documentarsi…

Leggi anche: I migliori film sugli alieni del ventesimo secolo

Decidendo di ignorare l’avvertimento, i due “hanno vinto” un patteggiamento che corrisponde a una somma da pagare che ammonta a circa 2300 dollari e la promessa che non si avvicineranno ad eventi potenzialmente pericolosi per la sicurezza dello stato Nevada entro 150 metri.

Nonostante i ragazzi avessero escluso ogni coinvolgimento con Alien Stock, ci risulta difficile pensare ad una coincidenza. La domanda che ci poniamo ora è solo una: cosa succederà domani?

Coloro che si erano preparati ad invadere l’Area 51 accetteranno l’annullamento dell’evento? O tenteranno comunque la folle impresa? Non ci resta che aspettare e vedere!

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti