Charles Manson, i Beach Boys e la canzone “Cease to Exist”

La vera storia del legame tra Charles Manson e i Beach Boys

Manson
Dennis Wilson, batterista dei Beach Boys (sinistra) e Charles Manson (destra) - Credits: https://consequenceofsound.net/2017/11/hitchhiking-with-evil-the-beach-boys-surreal-relationship-with-charles-manson/
Condividi l'articolo

Il rapporto complesso tra il criminale più famoso degli anni ’60, Charlie Manson, e il batterista dei Beach Boys, Dennis Wilson.

Charles Manson e Dennis Wilson dei Beach Boys. Cos’hanno a che fare uno con l’altro? Anno 1968. Pur avendo attraversato un periodo di crisi, dovuto ad un crollo nervoso del loro leader, Brian Wilson, i Beach Boys sono ancora una delle band più popolari del mondo. Il fallimento del progetto SMiLE, previsto per il 1967, vede la band dedicarsi ad una serie di pubblicazioni incompiute. Pubblicazioni che di quel progetto recano qua e là i pezzi, inseriti senza una vera coerenza.

Ciononostante, il gruppo è ancora in pista, e pubblica album e singoli che vengono alternativamente acclamati o ignorati da pubblico e critica. Uno di questi è il singolo Bluebirds over the Mountain, una cover, non particolarmente notevole, se non per il lato b: una canzone intitolata Never Learn Not to Love.

Un pezzo minore, ma significativo, della discografia del gruppo

La canzone è accreditata al batterista del gruppo, il fratello mezzano dei Wilson, Dennis, che è un po’ la stella nascosta della band. L’unico a praticare veramente surf, è noto per il suo sex-appeal e la sua verve “alternativa”. Aspetti che lo porteranno poi ad essere acclamato quanto, per fare un esempio, George Harrison per i Beatles. Le sue composizioni per il gruppo, e le sue performance vocali da “solista”, costituiscono spesso un’eccezione per lo stile dei Beach Boys.

Ecco perché non stupisce scoprire che è proprio lui, in quel 1968, a fare la conoscenza di Charles Manson, allora semplice leader di una comune hippie, e a farci amicizia. E si dà il caso che la canzone Never Learn Not to Love sia proprio una composizione di Manson, venduta a Dennis Wilson con il titolo originale di Cease to Exist.

LEGGI ANCHE:  Mindhunter - I Serial Killer che hanno ispirato la serie Netflix
Charles Manson – Cease to Exist, 1970

Un’amicizia particolare, e inquietante

Andiamo con ordine. Dennis Wilson incontra Charles Manson dopo aver “ospitato” due ragazze della sua comune. I due subito stringono amicizia, riconoscendosi probabilmente a vicenda come personalità “particolari”. Manson non è certo l’unico hippie nell’area di Los Angeles a coltivare il sogno musicale, anche se come sappiamo per lui la musica ha un significato ben più spirituale e soprannaturale di quanto ci si aspetti.

Comunque, Manson convince Wilson delle sue potenzialità come cantautore. Nell’estate del 1968, mentre diverse ragazze della comune rimangono a casa di Wilson, lui convince i fratelli Carl e Brian a produrre una serie di canzoni di Manson. Le registrazioni, mai pubblicate, vengono effettuate nello studio casalingo di Brian Wilson, e tra di esse c’è Cease to Exist, scritta, secondo critici e storici della musica, da Manson specificamente per i Beach Boys.

Manson vorrebbe che i Beach Boys registrassero la sua composizione

Ma le cose non vanno come previsto. La canzone, per essere accomodata alle esigenze artistiche del gruppo Californiano, vede cambiati titolo, armonie vocali, struttura e testo. Charles Manson, prevedibilmente, non la prende bene, e minaccia Dennis Wilson, mostrandogli un proiettile, e dicendo “Ogni volta che lo guardi, voglio che pensi a quanto bello sia che i tuoi figli siano ancora al sicuro”.

LEGGI ANCHE:  Quentin Tarantino: fissata la data di uscita del suo prossimo film

Evento particolarmente raccapricciante, col senno di poi, dato che noi sappiamo che Manson non ha esitato, in seguito, a tradurre le sue minacce in fatti. Forse anche Dennis Wilson intuisce qualcosa, o più di qualcosa, perché interrompe subito ogni rapporto professionale con il leader della Family, e la loro amicizia.

Un episodio che rimane dimenticato e oscuro

Andranno entrambi per la loro strada. La canzone Never Learn Not to Love resterà famosa principalmente per il legame con Charles Manson, e come prova del suo rapporto con Dennis Wilson. In cambio del pezzo, Manson non chiederà diritti d’autore, bensì una certa somma in denaro e una motocicletta. Cease to Exist verrà registrata nuovamente dal suo autore e pubblicata nel suo unico album ufficiale, Lie: The Love and Terror Cult, nel 1970, durante il processo seguito agli omicidi di Cielo Drive.

Come è andata poi per Manson, lo sappiamo. Dennis Wilson, dal canto suo, trascorrerà gli anni ’70 tra crescenti tensioni con i compagni di band e un sempre maggior abuso di sostanze. Pubblicherà, nel 1977, il suo unico, notevolissimo album da solista, Pacific Ocean Blue, un disco fuori dal tempo e dallo spazio, che di lui proverà tutta la statura artistica. Morirà in mare, annegato, come forse era destino, nel 1983.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.