Che fine ha fatto Eddie Murphy?

In occasione del compleanno di Eddie Murphy ripercorriamo le tappe fondamentali della sua carriera, scoprendo cosa gli aspetta in futuro

Eddie Murphy
COMING TO AMERICA, Eddie Murphy, 1988

Eddie Murphy è stato uno dei volti più riconoscibili del cinema a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta. Il suo volto, così come la sua iconica risata, sono stati i tratti distintivi di moltissime commedie che, negli anni, sono diventati dei veri e propri cult.

Dalla trilogia di Beverly Hills Cop, passando per Il principe cerca moglie o Il principe delle donne, sono stati moltissimi i film che devono ancora oggi il loro successo alla presenza di Eddie Murphy nel cast. Non dimentichiamo che ogni vigilia di Natale rimaniamo ancora tutti incollati a Italia Uno davanti l’ennesima replica di Una poltrona per due.

Murphy ha debuttato come attore con il Saturday Night Live a soli 19 anni, e vi rimase fino al 1984, quando di anni ne aveva ventitré. Tuttavia il suo amore per la recitazione e la commedia si palesò in giovane età e sin dai tempi del liceo si esibiva a New York con delle stand-up comedy che misero in mostra il suo talento e lo portarono ad essere riconosciuto, insieme a Bill Murray, come uno degli attori di maggior talento mai passati al Saturday Night Live. Il suo film di debutto al cinema è stato 48 ore, dove recitava al fianco di un giovane Nick Nolte. Negli anni duemila si è caratterizzato soprattutto per le sue abili capacità di doppiatore, dando la voce a due personaggi iconici del cinema d’animazione, come Mushu in Mulan e, soprattutto, Ciuchino nella saga di Shrek.

Tuttavia negli ultimi anni le sue comparse sul grande schermo si sono fatte meno pressanti e di minore impatto. L’ultima pellicola a cui l’attore ha partecipato risale al 2016, ed è Mr. Church, un film passato praticamente inosservato ovunque. Prima di questa prova Eddie Murphy aveva preso parte al tv movie del 2013 ispirato a Beverly Hills Cop dove era tornato ad interpretare Axel Foley.

In questi ultimi anni Eddie Murphy ha fatto parlare di sé molto più sul lato privato che sul versante della carriera. Lo scorso 30 Novembre, infatti, Eddie Murphy è diventato padre per la decima volta con la nascita di Max Charles, avuto dalla compagna Paige Butcher, con la quale è insieme dal 2012. Prima della modella, Eddie Murphy si era sposato con Tracy Edmonds attraverso una cerimonia a Bora Bora; in quel caso l’attore aveva scelto di non far riconoscere il matrimonio negli Stati Uniti, rendendo di fatto molto più semplice la successiva separazione.

Tuttavia in questo periodo di comunicazione in cui la nostalgia per gli anni ’80 e ’90 la sembra far da padrone, Eddie Murphy potrebbe conoscere un nuovo ritorno alla gloria. L’attore ha infatti confermato il sequel di Il Principe Cerca Moglie, che dovrebbe arrivare nelle sale non prima del 2020. Il film sarà diretto da Craig Brewer e in questo secondo capitolo, il cinquantasettenne Eddie Murphy tornerà a vestire i panni del principe Akeem, costretto a tornare negli Stati Uniti alla ricerca di un figlio che non sapeva d’avere. Inoltre, qualche giorno fa, Danny DeVito – che attualmente è in sala con il Dumbo di Tim Burton – ha rafforzato i rumors che vorrebbero Eddie Murphy all’interno del cast di un possibile sequel del film I Gemelli. Un progetto che potrebbe vedere la luce solo se nelle mani di Danny DeVito arrivasse una sceneggiatura degna di portare al cinema il seguito del film con Arnold Schwarzenegger.

 

Leggi anche: 10 promesse del cinema scomparse dai riflettori

 

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com