Tutti i film di Tim Burton dal peggiore al migliore

In occasione dell'uscita di Dumbo, ci siamo tuffati nel visionario mondo di Tim Burton. Abbiamo preso la sua filmografia e ci abbiamo giocato. Ecco il risultato.

tim burton

Tim Burton ha un pregio difficile da ignorare, vale a dire quello di aver creato uno stile e un mondo riconoscibili tra mille. Un immaginario così potente da diventare “collettivo” nel giro di pochi decenni. Tra alti e bassi, il mondo di Burton continua a esistere e resistere sotto i colpi del disincanto e degli anni che pesano sulle spalle, che anche ad un eterno bambino come Tim risultano difficili da ignorare.

In occasione dell’esordio di Dumbo nelle sale —  che, a quanto pare, secondo le prime recensioni è meraviglioso — vogliamo giocare con la filmografia di uno dei registi contemporanei più visionari.

Pertanto, ecco tutti i film di Tim Burton dal peggiore al migliore secondo La Scimmia.

18) Alice in Wonderland (2010)

tim burton

All’ultimo posto, senza rimpianti, c’è l’adattamento in live action del classico disney Alice nel Paese delle Meraviglie. Burton non riesce a far rivivere la magia del film originale e confeziona un prodotto freddo e privo di “carisma”. Uscito al cinema anche in versione 3D, tutto quello che ci ricordiamo è solo un gran mal di testa e tanto amaro in bocca.

Leggi anche: 10 pessimi film di grandi registi

17) Il Pianeta delle Scimmie (2001)

tim burton

Se guardiamo le ultime tre posizioni, notiamo come l’attitudine di Burton a produrre remake non sia stata un’idea totalmente felice. Se per bruttezza Alice è imbattibile non è certo da meno il remake de Il pianeta delle scimmie. La pellicola originale del 1968 è un classico del cinema di fantascienza e Burton non ne sfiora nemmeno di un soffio la grandezza. Buon successo al botteghino, Il pianeta delle scimmie fece storcere il naso a parecchi critici, che puntarono il dito soprattutto sull’eccessivo e posticcio make-up (saranno gli effetti speciali il problema di Burton? Lo vedremo con Dumbo) e una sceneggiatura fin troppo debole. Unica nota felice: l’incontro tra il regista e la sua futura moglie Helena Bonahm Carter.

16) La Fabbrica di Cioccolato (2005)

tim burton

Altro giro, altro remake. Questa volta tocca ad un classico di Roald Dahl: La fabbrica di cioccolato. Più fedele all’opera cartacea rispetto al film del 1971, la trasposizione di Tim Burton ebbe un buon successo di critica e pubblico. Il Willy Wonka di Johnny Depp è riconoscibilissimo, ma nettamente inferiore a quello portato sullo schermo da Gene Wilder molti decenni prima, poiché sembra più un’imitazione di Michael Jackson che un personaggio vero e proprio. La fabbrica di cioccolato ha gli stessi problemi del live action di Alice, non suscita calore nel cuore dello spettatore ed è facilmente dimenticabile. Che sia tutta colpa di una CGI fredda e “imbolsita”?

Leggi anche: 10 film amati dalla critica ma odiati dal pubblico