Box Office Italia, Aquaman e Ralph trascinano il botteghino di fine feste

Box Office Italia: aggiornamenti settimanali sui principali incassi del weekend

Dopo un buon dicembre e un tragico (ancora) anno complessivo, il 2019 si apre con qualche dato finalmente positivo per il Box Office italiano. Merito della particolare strategia distributiva adottata nella seconda metà dello scorso anno, con l’abbandono pressoché totale delle sale estive, il recupero a metà autunno e l’invasione di Natale: raramente i quattro weekend festivi erano stati così intasati di potenziali successi, e il fatto che quasi tutti (con l’unica, parziale eccezione di Macchine Mortali) abbiano trovato un certo spazio è sicuramente un buon segnale. Ultimi in ordine di tempo, Ralph Spacca Internet e Aquaman: con rispettivamente 6.8 e 6.2 milioni complessivi alla prima mezza settimana, mettono un definitivo timbro più a questo Natale 2018/19.

Al doppio successo delle due nuove uscite (che si prendono senza rivali i primi due gradini del podio), si segnalano in aggiunta gli ottimi dati dei film in tenitura. La Befana Vien Di Notte sarà probabilmente il film italiano del Natale, con quasi 7 milioni al secondo weekend e tutte le possibilità di arrivare ai 10. Persino i Moschettieri, dopo un avvio in sordina, reggono bene, e su Bohemian Rhapsody si è detto tutto. Bene anche il Van Gogh di Schnabel, mentre deludono le altre nuove uscite. Oltre a Vice, non sfonda neanche Suspiria, penalizzato forse da un formato improbabile (horror da due ore e mezza a Natale?) e una distribuzione rivedibile.

Questa la Top Ten approfondita del Box Office Italia al lunedì del 7 gennaio:

  1. RALPH SPACCA INTERNET  WE: 4.000.641 euro  TOT: 6.781.988
    SPETT: 609.065 ;  SALE: 677 ; SETT: 1
    Arriva un po’ in ritardo rispetto al resto del mondo il tradizionale cartoon Disney di Natale, ma il weekend della Befana è già sufficiente a lanciare Ralph Spacca Internet oltre il prototipo. Da vedere le prestazione post-festive.
  2. AQUAMAN   WE: 3.706.059 euro  TOT: 6.237.840
    SPETT: 510.555 ;  SALE: 540 ; SETT: 1
    Nel mondo è già il primo film DC per incassi, in Italia è avviato sulla stessa lunghezza d’onda. L’attesa pluriennale nel progetto ha pagato, l’apertura a un cinema più pop pure.
  3. LA BEFANA VIEN DI NOTTE  WE: 1.947.483 euro  TOT: 6.803.633
    SPETT: 294.433 ;  SALE: 526 ; SETT: 2
    Film particolare, il cui successo non può che essere letto come segnale importante. Diretto da un mito dell’horror, scritto personalmente da una piccola star in ascesa, l’esperimento fantasy natalizio nostrano è lanciato verso i 7 milioni. Può diventare il film italiano dell’anno.
  4. BOHEMIAN RHAPSODY  WE: 1.249.419 euro  TOT: 23.351.240
    SPETT: 168.139 ;  SALE: 318 ; SETT: 6
    Numeri fuori di testa, ancor di più se si considera la sesta settimana di permanenza in top 5. E’ il caso cinematografico italiano di quest’anno, e probabilmente degli ultimi cinque anni (Zalone escluso).
  5. MOSCHETTIERI DEL RE   WE: 1.241.903 euro  TOT: 4.276.706
    SPETT: 182.221 ;  SALE: 459 ; SETT: 2
    Bollato precocemente come flop, il film di Veronesi non solo ha retto nel corso della sua metà settimana, ma è arrivato al secondo weekend con la miglior tenitura della top ten. Ottima media, a sorpresa avrà vita lunga.
  6. VAN GOGH – SULLA SOGLIA DELL’ETERNITA’   WE: 1.241.021  TOT: 1.241.021
    SPETT: 179.753 ;  SALE: 256 ; SETT: 1
    E’ un periodo di biopic, genere che sembra non conoscere crisi. Il film di Julian Schnabel non farà i numeri di Bohemian Rhapsody, ma un milione e due all’esordio è un dato notevole.
  7. IL RITORNO DI MARY POPPINS  WE: 968.699 euro  TOT: 11.605.718
    SPETT: 145.713 ;  SALE: 441 ; SETT: 3
    Sfida a due Disney per il traguardo di campione di Natale. Mary Poppins è andato forte, ma Ralph rischia di fare ancora meglio.
  8. VICE – L’UOMO NELL’OMBRA WE: 645.389  TOT: 645.389 SPETT: 93.595 ;  SALE: 246 ; SETT: 1
    La figura di Dick Cheney non è esattamente nota in Italia, e il film, come il precedente di McKay sconta la difficoltà di esportazione. Numeri bassi.
  9. AMICI COME PRIMA  WE: 516.335 euro  TOT: 8.053.186
    SPETT: 72.377 ;  SALE: 268 ; SETT: 4
    I tempi dei venticinque milioni a botta sono andati da tempo (per tutto il cinema italiano), ma l’effetto nostalgia è bastato a ridare all’appuntamento natalizio con la storica coppia. Chiuderà intorno ai nove milioni, un piccolo traguardo.
  10. SUSPIRIA WE: 421.216  TOT: 671.549
    SPETT: 57.218 ;  SALE: 224 ; SETT: 1
    Rivedibile l’idea di lanciare il film italiano forse più atteso della stagione con tre mesi di ritardo e in un periodo di sovraffollamento come il weekend dell’Epifania. Suspiria non va malissimo, ma la media è deludente.    
fonte: cinetel