Box Office Italia, sorpresa After 2: superato Tenet al debutto

box office italia

L’andamento del Box Office Italia per i prossimi mesi difficilmente si discosterà da quanto visto negli ultimi tre weekend. A due mesi di catatonia dettata dall’assenza di uscite sono seguiti i primi segnali di vita a ferragosto, con l’uscita di Onward a riaprire ufficialmente le danze; nei weekend successivi hanno fatto seguito il tentpole Tenet e infine After 2, in un processo di timido riavvicinamento che inevitabilmente si protrarrà ancora a lungo. Fino a quando le novità non torneranno ad affollare e caricare i listini di distribuzione, i weekend italiani e internazionali vivranno di uno o al massimo due film per fine-settimana, a guidare una schiera di piccole offerte mirate ad un piccolo pubblico. Christopher Nolan e il sequel del film tratto da Anna Todd hanno fatto il loro; ma non si può rischiare di lasciare scoperti altri weekend.

Tenet, Trailer

Al momento, la limitazione dell’offerta fa il gioco delle nuove uscite, che si trovano a fronteggiare il Box Office Italia in un contesto a dir poco bizzarro; chi volesse andare al cinema ad inizio settembre 2020 vedrebbe la sua scelta limitata a Tenet e ad After 2, il che spiega il successo improvviso del sequel del (già apprezzatissimo) film 2019. Rispetto al prototipo, After 2 non perde nulla, mette a segno due milioni senza rivali e strappa la vetta della classifica persino al blockbuster britannico. Tenet avvia la sua inevitabile flessione, ma l’assenza di concorrenza aiuta a mantenere limitate le perdite (appena il 40%); almeno fino a Wonder Woman 1984, il palcoscenico resterà suo.

Per il resto, le nuove uscite si godono i frutti di una distribuzione microscopica, le sale sopravvissute proseguono nelle riaperture (siamo all’80% del totale), gli incassi complessivi si alzano ancora; 3.1 milioni, +33% rispetto a un weekend fa, oltre il 70% in meno rispetto al 2019. Ma c’è tempo per migliorare.

Questa la Top Ten approfondita del Box Office Italia al lunedì del 7 settembre:

  1. AFTER 2 WE: 1.527.960 euro TOT: 2.186.854;
    SPETT: 211.962; SALE: 743; SETT: 1
    Il sottogenere del film rosa giovanile non sembra risentire di nulla, men che mai di una semplice pandemia; il sequel del film 2019 apre in scia al prototipo, come se nulla fosse successo, chiude due milioni e trova la strada spianata fino ad ottobre. A suo modo, una certezza.
  2. TENET WE: 954.730 euro TOT: 3.733.024;
    SPETT: 129.581; SALE: 773; SETT: 2
    Calo discreto ma contenuto per Tenet, che esaurito l’hype di partenza mette a segno un secondo weekend nella norma; resta il campione da battere per questo settembre, con 6 milioni complessivi tranquillamente alla portata.
  3. THE NEW MUTANTS WE: 208.273 euro TOT: 249.201;
    SPETT: 30.227; SALE: 351; SETT: 1
    La piccola delusione di questo inizio settembre, The New Mutants non regge il confronto né con il capofila né con Tenet al suo secondo weekend; ampia distribuzione, numeri decisamente sotto profilo. Forse non è più periodo per supereroi.
  4. ONWARD WE: 102.353 euro; TOT: 774.001;
    SPETT: 17.043; SALE: 331; SETT: 3
    Ha avuto l’ingrato compito di aprire da solo un’intera stagione con il pubblico ancora al mare, facendo strada al successo di Tenet; Onward poteva sperare in qualcosa di più, ma portare i bambini al cinema è forse al momento l’impresa più ardua. Chiuderà sotto il milione.
  5. VOLEVO NASCONDERMI WE: 59.702 euro; TOT: 639.049;
    SPETT: 9.200 ; SALE: 132; SETT: 27
    Vecchie riedizioni e uscite limitate dominano il grosso delle classifiche al di là dei pochi grandi progetti destinati alle grandi distribuzioni. Volevo Nascondermi prosegue a racimolare piccole cifre, rifacendosi passo passo di quanto perso a causa della pandemia.
  6. BALTO E TOGO WE: 38.701 euro TOT: 38.701;
    SPETT: 8.090; SALE: 201; SETT: 1
    Come Onward, anche Balto soffre la scarsa propensione delle famiglie italiane nel portare i ragazzi al cinema. La distribuzione in streaming di Mulan non fa che confermarlo; al momento, il cinema è esclusiva per adulti.
  7. DOGTOOTH WE: 31.584 euro TOT: 133.547;
    SPETT: 4.792; SALE: 77; SETT: 2
    Ottima operazione commerciale centrata sul nome di Yorgos Lanthimos, a cui dovrebbe seguire anche il ritorno di Alps: il greco ha tutto un nuovo pubblico da conquistare dopo La Favorita, e a costo zero la redistribuzione dei suoi film basta e avanza a tenere in piedi più di uno schermo.
  8. GRETEL E HANSEL WE: 30.648 euro; TOT: 316.078;
    SPETT: 4.823 ; SALE: 92; SETT: 3
    Piccoli ma dignitosi numeri anche per il film di Oz Perkins, tra i grandi “traditi” dalle chiusure di marzo. Sarebbe dovuto uscire in primavera, arriva a inizio autunno; ha in fondo poco da recriminare.
  9. MOLECOLE WE: 19.233 euro; TOT: 20.737;
    SPETT: 3.216; SALE: 40; SETT: 1
    In chiusura, due uscite particolari, con un occhio a appassionati e cinefili più che al grande pubblico. Direttamente da Venezia, parte sotto profilo il documentario di Andrea Segre; potrebbe riguadagnare terreno con il procedere del Festival.
  10. LA CANDIDATA IDEALE WE: 17.720 euro; TOT: 45.548;
    SPETT: 2.855; SALE: 41; SETT: 1
    Più che altro un esperimento anche la distribuzione di La Candidata Ideale, non esattamente un titolo da multisala, che pure riesce a prendersi un posto in top ten con meno di tremila spettatori. Peculiarità del periodo.fonte: cinetel

    Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.Com per altre news e approfondimenti