I 10 migliori produttori discografici

8. Steve Albini

Altro protagonista della scena alternative, Steve Albini è stato un produttore attivissimo tra gli anni ’80 e ’90.

Ha prodotto album come Surfer Rosa dei Pixies, In Utero dei Nirvana e Rid of Me di PJ Harvey.

Prominente la sua influenza sul genere post-rock, avendo egli prodotto anche per Godspeed You! Black Emperor, Mogwai e Don Caballero.

Albini ha sempre adottato un’etica personale nel proprio lavoro, considerando compito del produttore non plasmare il suono del disco, ma aiutare l’artista o la band a risolvere specifici problemi.

Ciò detto, la sensibilità musicale di Albini non è distante da quella di Butch Vig. Egli proviene dalla scena post-hardcore fine anni ’80 (è stato fondatore e leader dei Big Black), ed in quanto tale si è trovato protagonista del lungo viaggio dell’alternative rock verso le classifiche degli anni ’90.

Ascoltando i suoi prodotti, possiamo cogliere come il suo tocco ottenga, ancora, il risultato di rendere orecchiabile il rock alternativo, per quanto magari con interventi meno invasivi rispetto al lavoro del collega Vig.

Prova ne è Yanqui U.X.O., l’unico album dai lui prodotto per i Godspeed You! Black Emperor, il quale non ha caso ha segnato una svolta “commerciale” per il gruppo canadese, concentrandosi su un suono più pulito e meno dispersivo.