Giancarlo Esposito: “Probabilmente Gus era gay”

Parlando con LADbible, Giancarlo Esposito è tornato a discutere della sessualità di Gus Fring

giancarlo esposito
Condividi l'articolo

Giancarlo Esposito torna a parlare di uno dei temi più discussi di Gus Fring

Uno dei grandi punti di forza di Better Call Saul e di Breaking Bad prima di lui, è sicuramente l’interpretazione di Giancarlo Esposito nei panni del terribile Gus Fring. L’attore ha dato una prova recitativa sontuosa mostrando tutte le sfaccettature di un uomo assolutamente incredibile. Tuttavia uno degli elementi rimasti un poì oscuri è quello relativo alla sessualità del signore della droga di Albuquerque. Si parla spesso infatti di come questi sia gay. Parlando con LADbible, il grande attore ha dato la sua visione, dicendo:

Suppongo che fosse assolutamente possibile – dice Giancarlo Esposito. Mi piace davvero il fatto che tu non si sappia con certezza

Altrove nell’intervista, Giancarlo Esposito ha parlato poi del modo di intendere la vita davvero unico che ha Gus.

Penso che quando si tratta di affari, Gustavo Fring è tutto affari. Anche se penso che assuma cuochi di metanfetamine che siano i migliori. Lui esige l’eccellenza. E penso che quello che voi forse non sapete è che Gustavo sa cucinare da solo. È davvero bravo.

Andando avanti l’attore ha parlato della nuova serie The Gentlemen dove interpreta il miliardario americano e magnate della metanfetamina Stanley Johnson.

LEGGI ANCHE:  Parish: il Trailer della nuova serie con Giancarlo Esposito

È stato [emozionante] poter interpretare uno degli uomini più ricchi del mondo, e vederlo essere afroamericano, è ancora più appropriato. Ero entusiasta di poter lavorare con Guy Ritchie e conversare con lui su chi fosse veramente questa persona, sotto sotto, e di unirmi a questo incredibile cast britannico di attori davvero bravi che raccontano la storia di Guy Ritchie in modo così eloquente

Che ne pensate?

Seguiteci su LaScimmiaPensa