Better Call Saul, in arrivo due nuove serie con Odenkirk e Esposito

AMC, dopo la fine di Better Call Saul, ha annunciato due nuove serie che vedranno protagonisti Bob Odenkirk e Giancarlo Esposito

better call saul
Condividi l'articolo

Con l’ultimo episodio di Better Call Saul arrivato su Netflix ieri, abbiamo dovuto dire addio a tantissimi personaggio entrati ormai nell’immaginario collettivo mondiale. Tra questi, ovviamente, il protagonista interpretato da Bob Odenkirk e il temibile Gus Fring di Giancarlo Esposito. Sebbene quest’ultima puntata rappresenti la fine della corsa dei due amatissimi personaggi, rappresenta anche l’inizio di un nuovo percorso. Attraverso i canali social di Esposito AMC, rete televisiva che si è occupata di trasmettere Better Call Saul, ha infatti annunciato due nuove serie che vede i due attori protagonisti. Si tratta di Straight Man che vedrà protagonista Bob Odenkirk e Parrish nel quale invece il ruolo principale sarà di Esposito. Di questi progetti anche non sappiamo nulla al di fuori della data. Arriveranno infatti nel 2023.

Nelle ultime ore invece, sui canali social di Odenkirk, è apparso un bellissimo video fatto per ringraziare i fan del supporti datogli nelle sei stagioni di Better Call Saul (qui per vederlo).

LEGGI ANCHE:  Better Call Saul, perchè Cranston e Paul non sono stati "svecchiati"

Tutti mi hanno chiesto come mi sento a dire addio a Saul Goodman e Better Call Saul, e non sono bravo a rispondere alla domanda perché è francamente difficile per me guardare quell’esperienza, e anche quel personaggio, da vicino – ha detto l’attore. Ci sono troppe parti in movimento che si incastrano in modo troppo bello, ed è un mistero per me come sia successo.

Grazie a tutti voi per aver visto la serie – prosegue Odenkirk. Voglio ringraziare Vince Gilligan e Peter Gould per avermi dato questa possibilità. Non ho fatto nulla per meritare questo ruolo, ma spero di essermelo guadagnato nel corso di sei stagioni. Il cast che ha lavorato me: Rhea Seehorn, Michael McKean, Jonathan Banks… Tony Dalton, Michael Mando, Patrick Fabian e tutti gli altri. Giancarlo Esposito! Tutti loro mi hanno reso tutti un attore migliore anche solo lavorando insieme o guardandoli recitare. Voglio ringraziare la troupe di Albuquerque, sono professionisti dolci e grandissimi lavoratori, grazie per tutto quello che avete fatto per rendere straordinaria questa serie.

Grazie per averci dato una possibilità. Siamo usciti forse dallo show più amato dalle persone di sempre [in Breaking Bad ], e avremmo potuto essere odiati per aver semplicemente provato a fare un’altro show. Ma non è successo. Ci è stata data una possibilità e speriamo di averla sfruttata al meglio. Grazie per essere rimasti con noi.

 Better Call Saul, una storia idiosincratica e ravvicinata di un uomo davvero unico… a volte un po’ lenta, ma alla fine, se avete prestato attenzione, è stata la storia di ciò che di grande c’è dentro le persone.

Che ne pensate?

LEGGI ANCHE:  Better Call Saul 6, il doppiaggio tedesco rivela parte della telefonata