Horizon Forbidden West: un sequel importante e ambizioso | RECENSIONE

Horizon
Condividi l'articolo

Horizon Forbidden West si dimostra più che all’altezza del primo capitolo, Horizon Zero Dawn; e si spinge anche molto oltre

Le aspettative per Horizon Forbidden West, l’atteso seguito di Horizon Zero Dawn ad opera Guerrilla Games, erano davvero molto alte. E, per quanto ci riguarda, sono state pienamente soddisfatte. Le avventure di Aloy proseguono attraverso panorami mozzafiato, attraverso vicende avvincenti e toccando sempre temi importanti.

Confermate quindi le prime impressioni “a caldo” sul nuovo titolo della saga, che in effetti fin dai primi minuti di gioco si annuncia ambizioso, temerario persino, ma sempre deciso a riprendere tematiche e motivi da Zero Dawn. Gli elementi giusti vengono arricchiti ed esplorati ulteriormente, mentre nel suo complesso il gioco si rivela state-of-the-art e perfettamente moderno per il 2022.

Cerchiamo di capire quindi, al netto di un’esperienza (quasi) del tutto positiva, che cosa Forbidden West ha da offrire al gamer contemporaneo e perché merita di essere annoverato tra i migliori open world next gen e in circolazione. Ecco la nostra recensione ufficiale di Horizon Forbidden West.

LEGGI ANCHE:  Horizon Forbidden West: un easter egg in supporto dell'Ucraina [FOTO]

Il gameplay

Partiamo col dire quello che tutti avranno già osservato: Horizon Forbidden West non è un gioco rivoluzionario. Non è groundbreaking. Non presenta dinamiche di gioco incredibili e, di fatto, non vi si ritrova nulla o quasi di originale rispetto ad altri titoli open world recenti quali Ghost of Tsushima.

Il punto è che quello che deve funzionare, funziona. La mappa è davvero ampia, le attività sono infinite, le missioni secondarie tantissime; Aloy può esplorare rovine, volare a cavallo di una macchina, studiare i modi migliori per potenziare le armi, aiutare frotte di persone in difficoltà o passare il tempo a giocare a Batosta Meccanica, un minigioco da tavolo in-game appassionante e basato sulla strategia.

Le parti migliori: i combattimenti con le macchine. Battaglie dalle molte possibilità, affidate all’iniziativa del player, alla sua astuzia, determinazione e capacità. L’introduzione degli stati elementali, la complessità dei comportamenti dei nemici e la varietà dell’ambiente creano contesti d’azione sempre diversi e coinvolgenti.

Il setting

Il gioco è ambientato nei territori degli odierni stati americani Utah, Nevada e California, attorno all’anno 3041. Come in Zero Dawn (ma molto di più) rivediamo molti monumenti realmente esistenti in un contesto post-apocalittico, come il Golden Gate di San Francisco. Particolarmente spettacolare è una Las Vegas futuristica ed olografica, osservabile anche da grande distanza.

LEGGI ANCHE:  Horizon: lo showrunner di Umbrella Academy dirigerà la serie Netflix sulle avventure di Aloy

Come sempre la lore del gioco è espansa dai “punti dati”, registrazioni audio e testuali risalenti al passato, che giocano intorno alla narrazione dell’era dell’apocalisse e degli eventi immediatamente precedenti. Gli spettri tecnologici del mondo perduto ricorrono ovunque, dai “cadaveri” delle macchine di Faro alle scatole nere degli aerei militari da esse distrutti durante l’operazione Vittoria Eterna.

Però, a differenza di quanto avviene in Zero Dawn, qui Aloy non è più spettatrice passiva bensì fruitrice attiva di queste vestigia. Le macchine di mille anni prima non sono più solamente scheletri misteriosi a cui guardare con timore e misticismo; al contrario, sono risorse preziose da comprendere e di cui impossessarsi per agire sul presente.

Leggi anche:

Horizon Zero Dawn e Forbidden West: la trama fin qui [VIDEO]
Horizon Forbidden West: la spiegazione del finale [VIDEO]

Continua a pagina 2!

1
2
RECENSIONE
VOTO:
Avatar di Andrea Campana
Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.
horizon-forbidden-west-recensione-scimmia Horizon Forbidden West si dimostra più che all'altezza del primo capitolo, Horizon Zero Dawn; e si spinge anche molto oltre Le aspettative per Horizon Forbidden West, l'atteso seguito di Horizon Zero Dawn ad opera Guerrilla Games, erano davvero molto alte. E, per quanto ci riguarda,...