Matt LeBlanc dopo Friends: una carriera tra alti e bassi

Tutti conoscono Joey Tribbiani e il suo "How you doin'": ma che ne è stato della carriera di Matt LeBlanc dopo la fine di Friends?

Matt LeBlanc
Condividi l'articolo

Tra gli anni ’90 e primi anni Duemila il nome di Matt LeBlanc era senza dubbio sinonimo di divo di Hollywood.

L’attore, infatti, si è fatto conoscere con uno dei ruoli più iconici del piccolo schermo: quello di Joey Triviani (Tribbiani in lingua originale), in Friends.

Ruolo che è stato portato alla ribalta nell’ultimo periodo grazie alla reunion dello show NBC (leggi qui la nostra recensione).

Il ruolo di Matt LeBlanc nella nota sitcom era quella del classico playboy che non vuole legami: figura addolcita da una certa ingenuità infantile e da un forte legame di amicizia con i personaggi femminili.
Dettaglio, quest’ultimo, che fu proprio Matt LeBlanc a chiedere, perché non voleva che il suo personaggio passasse esclusivamente come un sessista che non aveva rispetto delle donne.

Ma che ne è stata della carriera di Matt LeBlanc dopo l’exploit raggiunto in Friends? L’attore ha avuto successo?

Matt LeBlanc, una breve biografia

Matt LeBlanc è nato il 25 luglio 1967 a Newton, in Massachussetts: la sua discendenza è mista. Suo padre, infatti, ha origini franco-canadesi, mentre sua madre le ha italiane. Un dettaglio che, naturalmente, crea un ponte con il background del suo personaggio in Friends.

Ha iniziato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo come modello in Florida, prima di trasferirsi a New York per provare a fare il grande salto nella recitazione.

Il successo di Friends e il risvolto della medaglia

I primi tentativi di Matt LeBlanc di diventare attore si svolsero prima sulle assi dei teatri e poi in alcune piccole parti sul piccolo schermo.

Dopo il cortometraggio Doll Day Afternoon, viene scelto prima per interpretare Chuck Bender in TV 101 e fa un’apparizione in Dieci sono pochi, serie TV in cui – per uno strano scherzo del destino – aveva fatto una guest star anche Matthew Perry, che qualche anno più tardi avrebbe interpretato il migliore amico di Joey, Chandler Bing.

LEGGI ANCHE:  Alla scoperta di Jennifer Aniston, la Rachel di Friends

Mentre fa spot per la Coca-Cola e addirittura per una guida turistica dedicata al mercato LGBTQ+, Matt LeBlanc appare anche nel video Jon Bon Jovi: Miracle. Lo si può riconoscere facilmente, con la t-shirt bianca e gli occhiali da sole.

Appare anche in un video di Alanis Morisette e in altri di Bon Jovi, mentre continua a partecipare anche come guest star in serie TV. Ma è indubbio che il punto di svolta è rappresentato dal 1994, quando viene scritturato per Friends.

Ben presto Friends diventa il fenomeno di culto che tutti conosciamo: Matt LeBlanc, che prima dello show aveva il conto praticamente in rosso, diventa famoso, ricco e popolare. People lo elegge tra gli uomini più belli del mondo e l’attore inoltre conosce la sua prima moglie, Melissa McKnight, da cui avrà anche sua figlia Marina.

Nel 2004 Friends manda in onda la sua ultima stagione e sembra davvero la fine di un’epoca, soprattutto per i sei interpreti principali che, ognuno a suo modo, cerca di andare avanti e proseguire con la propria carriera.

Matt LeBlanc, però, rimane ancorato al personaggio di Joey in modo così viscerale che accetta di diventare il protagonista di Joey, una serie spinoff che porta il personaggio di Matt LeBlanc a Los Angeles, per provare a sfondare veramente a Hollywood.

La serie fu un insuccesso: scritta in modo sciatto, scevra di quella comicità che aveva cooperato a rendere Friends una serie di successo e, soprattutto, incoerente con il personaggio di Joey.

Lo show fu cancellato dopo una sola stagione: dopo questa notizia Matt LeBlanc annunciò di volersi prendere una pausa di un anno dalla recitazione. In realtà rimase lontano dalle scene fino al 2011.

LEGGI ANCHE:  Friends: l'episodio reunion è in arrivo su Sky, ecco quando [DATA]

Una carriera tra alti e bassi

Il volto di Matt LeBlanc cominciò a farsi rivedere in tv quando l’attore decise di partecipare ad alcuni talk show molto famosi in patria.

Fu ospite da Conan e al The Graham Norton Show, oltre che al più famoso Jimmy Kimmel Live! Per la recitazione strettamente intesa bisogna aspettare – come già suggerito – il 2011 quando l’attore viene scelto come co-protagonista del piccolo gioiello intitolato Episodes.

La serie TV sembra quasi richiamare la vita stessa di Matt LeBlanc e, infatti, non è un caso se nello show l’attore interpreta se stesso. Lo spettatore segue dunque le vicissitudini di Matt LeBlanc che viene scelto come protagonista di una nuova sitcom, scritta da due talenti della comicità britannica.

Lo show porta Matt LeBlanc a vincere un Golden Globe per la miglior interpretazione maschile e Episodes stesso fa incetta di nomination ad alcuni dei premi maggiori, compresi gli Emmy.

Ma la carriera di Matt LeBlanc rimane in qualche modo incastrata nel successo di Friends: tutti lo conoscono per il suo How you doin’ e i suoi progetti rimangono comunque in una nicchia che sembra incapace di raggiungere il grande pubblico.

Nel 2013 accetta di apparire come guest star nello show Web Therapy. Si trattava della serie con Lisa Kudrow, in cui l’ex Phoebe Buffay di Friends si cimentava come psicologa e psicoterapeuta a distanza, quasi precedendo le reunion su zoom che sono esplose dopo il coronavirus.

Nel 2016 diventa il protagonista della serie Man with a plan, dove è rimasto fino al 2020. Nel frattempo è stato scelto anche come presentatore di Top Gear, con risultati alquanto discutibili.