Matthew Perry, svelate le cause della morte dell’attore

Matthew Perry, friends
Condividi l'articolo

Quasi 2 mesi sono passati da quando, lo scorso 28 ottobre, Matthew Perry ha lasciato questo mondo colpendo al cuore i suoi migliaia di fan sparsi in tutto il mondo. Ebbene, a distanza di questo lasso di tempo ora sappiamo cosa l’ha portato alla morte: effetti acuti della ketamina

Il medico legale ha affermato che altri fattori che hanno contribuito alla morte dell’attore di Friends sono stati “annegamento, problemi alle arterie coronarie” e gli effetti della buprenorfina (usata per trattare il disturbo da uso di oppioidi). Il medico legale ha confermato che la modalità della morte è stata accidentale. La dichiarazione proseguiva raccontando le circostanze relative alla scoperta di Perry, dicendo:

Il 28 ottobre, intorno alle 16.00, il signor Matthew Perry è stato trovato privo di sensi nella piscina della sua residenza. Dopo che è stato chiamato il 911, i paramedici sono intervenuti sul posto e la morte è stata dichiarata. Il DME ha risposto, ha condotto un’indagine sulla scena e poi ha trasportato il corpo del signor Perry al Centro di scienze forensi del DME per l’esame. Il 29 ottobre, il vice medico legale ha completato l’autopsia sul signor Perry. Dopo il completamento e la ricezione dei risultati dei test pertinenti, la causa e la modalità della morte sono state certificate.

Proprio qualche giorno fa Jennifer Aniston aveva parlato dell’ultimo periodo dell’amico, spiegando che era felice e stava bene:

LEGGI ANCHE:  Friends, la creatrice imbarazzata dalla mancanza di diversità dello show

Era felice. Era in salute. Aveva smesso di fumare. Si stava rimettendo in forma. Era felice, questo è tutto quello che so – aveva detto Jennifer Aniston a Variety. Abbiamo parlato per messaggio quella mattina, era allegro. Non stava soffrendo. Non stava lottando. Era felice. Voglio che la gente sappia che era davvero in buona salute e che si stava riprendendo. Ha lavorato duramente.

Riposa in pace, Matthew.

Seguiteci su LaScimmiaPensa