Boosta dei Subsonica contro Franceschini: “Arrogante”

Ecco che cosa ne pensa Boosta dei Subsonica di Franceschini e della sua politica di aperture e chiusure

Boosta
Credits: OnlyMusic / YouTube; Rai / YouTube
Condividi l'articolo

Boosta, tastierista dei Subsonica, dà il suo giudizio su Franceschini

Boosta, alias Davide Dileo dei Subsonica, è solo l’ultimo di una fila di musicisti che in questi mesi hanno detto la loro sull’operato di Dario Franceschini come Ministro della Cultura. In quanto tale, come sapete, sua è ed è stata fin dall’inizio la responsabilità finale delle decisioni in materia di aperture e chiusure di teatri, cinema, musei e location per gli eventi dal vivo.

Quasi in coincidenza con il secondo Concerto del Primo Maggio a porte serrate, lo storico tastierista del gruppo torinese dice la sua sul ministro. Ecco le sue parole: “Non lo dico con rancore, lo dico come un dato di fatto. Ogni volta che lo ho sentito parlare mi è sembrata una persona un po’ arrogante e vagamente rancorosa“.

“Poi capisco che la pandemia è una questione grave, non so se avremmo potuto gestirla meglio”, aggiunge Boosta. “Ma se tu hai la responsabilità di un intero comparto come quello della cultura, non puoi limitare la musica al cacciavitino dell’intrattenimento, la musica non è solo intrattenimento“.

LEGGI ANCHE:  Il Ministro Franceschini: "Cinecittà sarà la Hollywood Europea"

Nel frattempo i Subsonica sembrano in procinto di pubblicare il loro decimo album in studio, come lascia intendere un indizio social fatto filtrare negli scorsi giorni. Il gruppo, comprendente Boosta, è attivo fin dal 1996 e rimane oggi come venticinque anni fa una delle realtà più importanti del rock elettronico in Italia.

Fonte: Il Fatto Quotidiano