Vikings: Valhalla, ecco il cast della serie spin-off [FOTO]

Cast di nuove promesse e personaggi interessantissimi. Tutti pronti?

Vikings
Vikings
Condividi l'articolo

Ecco il nomi della nuova serie ambientata nell’universo di Vikings

Si avvicina l’uscita di Vikings: Valhalla, la serie spin-off dell’originale che ha seguito le avventure di Ragnar Lothbrok e che è appena terminata. Come già vi abbiamo raccontato, questa nuova serie sarà ambientata circa un secolo più tardi rispetto agli eventi narrati in Vikings e riguarderà le gesta di alcuni celebri condottieri legati al popolo vichingo.

Tra questi, approfittiamo per svelare anche il cast, ci saranno Leif Erikson (Sam Corlett)Freydís Eiríksdóttir (Frida Gustavsson) e Harald Hardrada (Leo Suter). Questi saranno i personaggi più importanti, le cui vicende saranno probabilmente esplorate separatamente.

Leif Eriksson fu un esploratore nordico proveniente dall’Islanda e si crede che sia stato il primo europeo a mettere piede in quelle che sarebbero poi state chiamate le Americhe. Freydis Eriksdotter era sua sorella, grande ispirazione per il popolo vichingo e simbolo di emancipazione femminile, esploratrice a sua volta.

LEGGI ANCHE:  Viking: Valhalla, il creatore svela i primi dettagli della trama

Harald Sigurdsson fu re di Norvegia nell’undicesimo secolo, un personaggio potente ed importante che tentò di conquistare anche Danimarca ed Inghilterra. Olaf Harladson (interpretato da Jóhannes Jóhannesson) era suo fratello maggiore ed è diventato santo e martire della chiesa ortodossa.

Il resto del cast include Cnut il Grande (Bradley Freegard), a capo dell’Impero del Mare del Nord (Inghilterra, Danimarca e Norvegia) sempre durante l’undicesimo secolo; Emma di Normandia (Laura Berlin), regina di discendenza vichinga, donna importante, ricca ed influente; e l’Earl Godwin (David Oakes), un consigliere del re d’Inghilterra.

Le prime voci sulla serie parlavano anche della rivisitazione della figura storica di Guglielmo il Conquistatore, ma nel cast non è stato annunciato, forse perché troppo impegnativo. Per il momento, si prevedono degli episodi molto attenti agli aspetti storici e al tratteggio delle vicende politiche e di guerra dei personaggi coinvolti. Da non perdere, insomma.

Fonte: Express

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Pensa, la Scimmia fa.

LEGGI ANCHE:  Vikings: Valhalla, Hirst rivela alcuni dettagli sulla trama della serie sequel