10 Scene di Sesso Vere nei Film: l’eros ai massimi livelli

Nessun effetto speciale, nessuna CGI. La realtà del sesso, senza filtri, al cinema.

Un confine sottile, quello tra eros e pornografia, che nel cinema ha sempre suscitato molta curiosità. Ancor più che in altri ambiti, solleticando la nostra parte da voyeur, molti film mettono in scena momenti a dir poco intimi. Alcuni senza filtri, altri con qualche espediente di montaggio, altri ancora con l’uso di protesi, come nel discusso La Vita di Adele. E poi, ci sono quei film dove le scene di sesso sono vere.

I corpi degli attori si uniscono nella realtà della finzione, suscitando ovviamente polemiche in ogni dove, come in molti dei film che troverete in questa lista. Senza indossare precauzioni, addentriamoci nei film dove le scene di sesso sono vere.

Leggi anche: Vorrei ma non porno, i migliori film soft-porn

Shortbus – Dove tutto è permesso, John Cameron Mitchell, 2006

shortbus

In quel di New York, spezzata dall’9/11, esiste un locale dove le convenzioni sociali spariscono. È lo Shortbus. Gestito da Justin Bond, una volta varcata quella porta il sesso domina su ogni conversazione possibile, dall’arte alla politica. Storie che si intrecciano sotto il comune denominatore del sesso, rigorosamente non simulato.

Love, Gaspar Noé, 2015

Vi avevamo già parlato qui di questo grandissimo film diretto da Gaspar Noé. Un film che ha sconvolto per molti aspetti, soprattutto per quelli legati al sesso non simulato tra i protagonisti, Murphy ed Electra. Un classico film di Gaspar Noé, fatto di “lacrime, sangue e sperma“.

The Brown Bunny, Vincent Gallo,2003

the brown bunny

Scritto, diretto ed interpretato da Vincent Gallo, in questo road movie sperimentale troviamo una fellatio tra il protagonista-regista e Chloe Sevigny. Molti pensavano fosse tutto simulato. Tempo dopo, ci pensò l’attrice, all’epoca compagna di Gallo, a dire che la fellatio vista era del tutto reale.

Nymphomaniac, Lars von Trier, 2013

Nymphomaniac

I film di von Trier vanno a braccetto con ogni forma di polemica possibile. Ora troppo violenti, ora troppo crudi, ora troppo erotici. Tre qualità che si trovano alla base di questo dittico ultracensurato. Nella versione uncut le scene di sesso mostrate sono ancora più lunghe e dettagliate. Pur non essendo simulate, il regista trovò un espediente per cui venivano usate controfigure e modifiche dei volti in post produzione. Cambiano gli attori ma il sesso rimane reale.

Idioti, Lars von Trier, 1998

Ancora il buon von Trier, stavolta con un film meno conosciuto. Forse tra i più fedeli a Dogma scritto insieme a Vinterberg nel 1995, Idioti mostra una scene di sesso reale (un’orgia ad esser precisi) che in Italia subì il consueto taglio. Addirittura, per far stare tutti a loro agio, von Trier obbligò tutta la troupe a denudarsi come gli attori.