Sex Education, i protagonisti svelano come hanno girato le scene di sesso

Gli esilaranti retroscena delle scene di sesso presenti nella serie tv teen Sex Education raccontati dagli attori della serie.

Sex Education
credits Volture

La serie Netflix Sex Education (qui la nostra recensione), celebre per il modo ironico e del tutto nuovo di portare il sesso in una serie tv, può vantare un cast molto giovane. Alcuni dei protagonisti, attraverso un video postato dalla piattaforma streaming, hanno raccontato come è stato girare le numerose scene hot presenti nella prima stagione della serie.

Leggi anche: I migliori film sulla perversione sessuale

Al contrario di quanto si pensi, qualcuno degli attori di Sex Education, ha sostenuto che girare le scene di sesso non è per niente “sexy” ma un momento abbastanza tecnico e imbarazzante. Alcune delle attrici presenti nella serie hanno dovuto fingere di masturbarsi. L’attrice Aimee Lou Wood, che nella serie interpreta Aimee Gibbs, ha dichiarato:

“La scena più imbarazzante che ho fatto è stata quella della masturbazione: questo perchè non c’era nessuno con cui interagire e scambiare battute. Avevo un paio di mutande molto, molto sottili, di color carne. Sembrava che non stessi indossando niente.”

Fra gli aneddoti più divertenti ci sono sicuramenti quelli che riguardano gli stratagemmi adottati per coprire le parti intime maschili. Qualcuno ha parlato di “un calzino per il pene” da indossare durante le scene di sesso. Ecco il racconto dell’attore Ncuti Gatwa:

“Dentro c’erano anche i testicoli, i testicoli e il pene. Mi trovavo completamente dentro al calzino. Ci ho fatto un piccolo nodo, era piuttosto grazioso!”

Leggi anche: I migliori film sul sesso

I giovani attori sono stati seguiti da un coach che li ha aiutati ad essere a proprio agio e ha insegnato loro attraverso dei documentari sull’accoppiamento degli animali come comportarsi durante le prestazioni sessuali. Ncuti Gatwa parla anche di rispetto reciproco tra gli attori:

“C’è sempre stata molta comunicazione tra noi. Chiedevamo sempre il permesso ‘Posso toccarti qui? Posso toccarti lì?”

Per aggiornamenti e news continua a seguirci su LaScimmiPensa.Com!