Coronavirus: XHamster abbonamento premium gratis a chi è in quarantena

Il celebre portale pornografico, XHamster regalerà l'accesso al proprio servizio premium a chi si trova in quarantena a causa del Coronavirus

Jason Biggs sul letto a guardare porno
Jason Biggs in American Pie

XHamster, uno dei maggiori portali di video a luci rosse al mondo ha voluto fare un regalo a quelle persone bloccate in casa a causa del Coronavirus. Il sito del “criceto sexy” ha infatti deciso di dare libero accesso al proprio servizio premium in abbonamento a tutti coloro che si trovano in zone di quarantena. Le zone che saranno interessate da questo dono pornografico sono state riportate su Twitter, dal canale ufficiale di XHamster.

Oltre alle ovvie Wuhan in cina e Daegu in Corea del Sud, il servizio arriverà anche in Italia, per adesso solamente nelle regioni maggiormente colpite dal virus, Lombardia a Veneto. Il vicepresidente del celebre sito di intrattenimento per adulti, Alex Hawkins, ha comunque fatto sapere ufficialmente che XHamster è pronto ad aprire le porte ad eventuali nuove regioni dichiarate in pericolo e ha invitato gli altri grandi portali di streaming, non di natura pornografica, a fare lo stesso.

XHamster incoraggia le persone nelle aree colpite a rimanere in casa. Il modo più semplice per evitare che il virus si diffonda è infatti evitare il contatto diretto con altre persone, e il porno in questo può essere d’aiuto. Sappiamo che il desiderio umano per il sesso è una delle motivazioni più forte per ottenere contatto umano. Se usato con saggezza, il porno può tenere le persone nelle loro camere e nei loro appartamenti. Ma questo non è un valido solo per il porno. Le compagnie ricreative hanno il potenziale per dare una mano in questa crisi globale. Dov’è Netflix? Dov’è HBO? Dov’è Disney+? Dovremmo lavorare tutti insieme per aiutare le persone a rimanere fuori dalle strade 

Che ne pensate di questa iniziativa di XHamster?

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com!

coronavirus linee guida da seguire per evitare il contagio

Potrebbero interessarti anche: