South Park, Trey Parker e Matt Stone al lavoro su un film

south park
Condividi l'articolo

Non ci si muove dal Colorado, se parliamo dei progetti di Trey Parker e Matthew Stone. Secondo Discussing Film, i due creatori di South Park, infatti, starebbero lavorando ad un film dal titolo (provvisorio) Alma Junction, come il luogo che ci trova proprio nello Stato che “ospita” la cittadina di Eric Cartman e amici.

Sembrerebbe che a volerli fortemente sia la casa di produzione di Scott Rudin, già produttrice di film come Annientamento, L’Isola dei Cani e Diamanti Grezzi. Il trio aveva già collaborato per il primo lungometraggio dedicato a South Park uscito nel 2000, dal titolo South Park: Più Grande, Più Lungo & Tutto Intero. Film che detiene il record del più grande uso di parolacce ed elementi offensivi.

Si potrebbe dunque rinnovare un sodalizio tra Rudin e i due creatori dell’irriverente serie animata. Al momento, il progetto sembra essere più che segreto, al punto che conosciamo solamente il titolo provvisorio, Alma Junction, appunto. Questo titolo deriva dal luogo in cui Trey Parker e Matt Stone andavano al college. A collaborare dovrebbe esserci anche il direttore della fotografia di fiducia di Ari Aster, Paul Pogorzelski, già visto in Hereditary e Midsommar.

L’ultimo film diretto dalla coppia Park & Stone è Team America, un film satirico uscito nel 2004, analogo ai Thunderbirds, storica serie televisiva anni Sessanta. Questo progetto ovviamente non intaccherà di certo South Park, fresco di rinnovo. Infatti la serie andrà avanti fino alla ventiseiesima stagione. Non resta che attendere ulteriori sviluppi su questo film, sperando che il duo non si presenti anche sul set strafatto di LSD!

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

LEGGI ANCHE:  Paul Thomas Anderson: ecco il nuovo film del regista di The Master
Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".