Eva Green ha una sorella gemella che produce vino in Toscana [FOTO]

Eva Green. cognome, pronuncia
Condividi l'articolo

La carriera di Eva Green è costellata di molti successi, soprattutto tra i blockbuster. E pensare che tutto ebbe inizio con The Dreamers di Bernardo Bertolucci, nel 2003. Da lì in poi, una costante consacrazione per un’attrice non solo bella ma anche molto brava.

Da Le Crociate, diretto da Ridley Scott, a James Bond con Casino Royale. E poi due cinecomics come 300 e Sin City, da cui nacque una particolare discussione circa una locandina del film censurata. Dopo la doppietta firmata Tim Burton, con Miss Peregrine e Dumbo, non c’è modo migliore di festeggiare una brillante carriera che sorseggiare un buon calice di vino italiano dedicato proprio ad Eva Green. Prodotto dalla sorella gemella Joy Green.

Non tutti infatti sapranno che la bellissima attrice dagli occhi verde smeraldo ha una sorella che vive proprio qui in Italia, nel bel mezzo della Toscana. E che ovviamente produce un vino insieme al marito italiano in quel di Bolgheri. Una piccola azienda vinicola dal nome “Le Crocine” che nel 2016 ha dedicato ad una cuvée proprio alla sorella, Eva Green.

Numerose le foto sui vari profili social dell’azienda che ritraggono proprio la Green insieme ai nipoti sotto il radioso cielo toscano, tra un vigneto e l’altro. Il legame tra le due sorelle è molto forte, al punto che, come afferma la stessa Eva Green, non perde mai l’occasione per andare nell’amata Toscana e passare del tempo con la sua famiglia.

LEGGI ANCHE:  Mia Khalifa sommersa di critiche per l'abito da sposa [VIDEO]

Da quanto afferma il marito di Joy Green, è proprio lei che fa il grande del lavoro. L’azienda nacque nel 2012 e col tempo gli affari si sono ingranditi. La stessa Eva Green è un’amante del vino, al punto che lei fu tra le prime assaggiatrici. E ne rimase a dir poco entusiasta. Il resto è praticamente storia, seppur poco conosciuta!

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!

Classe '89, laureato al DAMS di Roma e con una passione per tutto ciò che riguardi cinema, letteratura, musica e filosofia che provo a mettere nero su bianco ogni volta che posso. Provo a rendere la critica cinematografica accessibile a tutti, anche al "lattaio dell'Ohio".