Quentin Tarantino a ruota libera: Serie TV, Decimo Film e Libro

Quentin Tarantino a ruota libera: Serie TV, Decimo Film e Libro
Quentin Tarantino a ruota libera: Serie TV, Decimo Film e Libro

Un Quentin Tarantino prolifico come non mai. Dopo il largo successo di C’era Una Volta A… Hollywood, l’acclamato regista torna a parlare dei progetti in cantiere che vanno ben oltre il cinema. Già aveva affermato lui stesso di voler passare tra teatro, serie TV e letteratura, lasciando col dubbio circa il suo eventuale decimo film. Intervistato durante i BAFTA, ha finalmente vuotato il sacco su tutto quello che bolle in pentola.

“Ho finito C’era Una Volta A… Hollywood, l’ho messo da parte e ho iniziato a scrivere moltissimo. Una commedia teatrale. Poi una serie TV da cinque episodi. E poi ancora un libro. Spero che entro marzo riesca a chiudere tutto quanto così che potrò avere tra le mani la commedia, la serie TV e il libro. A questo punto inizierò a pensare al decimo film”, dice Quentin Tarantino

Gravita una certa curiosità attorno alla serie TV. Sebbene lo stesso Quentin Tarantino abbia affermato di voler portare sul piccolo schermo proprio Bounty Law, la fake-series tratta dal suo ultimo film, ad oggi non ha ancora confermato. Segretissime, infatti, le storie che il regista vuole raccontare attraverso tutte le arti possibili, quali teatro, letteratura e televisione.

Leggi anche: la nostra recensione di C’era Una Volta A… Hollywood 

Tuttavia, durante l’evento londinese, Tarantino ha anche detto che sta seriamente pensando di trasformare in serie sia C’era Una Volta A… Hollywood, integrando molte scene tagliate, che Bastardi Senza Gloria. A conferma di quanto già detto molte volte. Che sia Netflix la piattaforma ideale per la messa in onda (o on-line), esattamente come accaduto negli Stati Uniti con The Hateful Eight? Ad oggi non è ancora dato saperlo.

“Potevo facilmente scrivere materiale per C’era Una Volta A… Hollywood per un film da cinque ore. E potrei farlo per una serie TV da cinque ore complessive. Abbiamo girato per un complessivo di quattro ore, alla fine dei conti!”

Dopo aver raccontato un aneddoto sul regista di Valerian, Luc Besson, circa le lodi da parte del regista francese, Tarantino prosegue parlando della sua idea di serie TV che già negli anni Novanta era molto analoga a quella che abbiamo oggi. Non prima di aver spiegato che fu proprio grazie all’elogio da parte di Besson che cambiò idea e trasformò Bastardi Senza Gloria in un film e non in una serie.

“Il modo in cui oggi si producono le serie TV, è un’idea che avevo già dagli anni ’90. Avevo in mente di fare qualcosa che fosse scritta e diretta da me. Non so se oggi voglio passare nove mesi consecutivi a fare una cosa del genere ma ho comunque un’idea per una serie. Ma non sarebbe una cosa così epica”, prosegue Quentin Tarantino

Molto più laconico invece riguardo il decimo film. Proprio la sua opera di chiusura, rispetto la sua carriera nel cinema, è stato un argomento molto chiacchierato questa estate. Un tira e molla che vedeva la possibilità di chiudere col cinema al nono film laddove questi fosse andato bene. Nonostante il largo successo e i molti incassi, Tarantino ha affermato di aver deciso di fare il decimo film. Su cosa sarà, però, non lo sa nemmeno lui. Per ora.

“Sì, ci sarà il decimo film ma non so su che cosa sarà. Non sarà certo immediato, arriverà con molto ritardo”

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!