C’era una volta a… Hollywood, arriva su Netflix sotto forma di miniserie?

Once Upon a Time in Hollywood: Tarantino potrebbe rimontare il film

A quanto pare, trasformare C’era una volta a… Hollywood in una miniserie per Quentin Tarantino è fattibile

Quentin Tarantino non è certo famoso per girare film brevi e fa sempre un gran lavoro in fase di montaggio. Ha lavorato sodo per riuscire a portare al Festival di Cannes l’anteprima di C’era una volta a… Hollywood (Once Upon a Time in Hollywood) e da quanto riportato, dopo il festival è tornato a lavorare in sala di montaggio. Nessuno sa se il regista ha cambiato qualcosa in vista dell’uscita in sala la prossima settimana negli Stati Uniti.

Leggi anche: Tutti i film di Tarantino classificati dal peggiore al migliore, secondo la Scimmia

Facendo un passo indietro al film The Hateful Eight, Tarantino aveva tanto materiale extra che strinse un accordo con Netflix per portare il film in versione estesa sulla piattaforma di streaming. Il risultato fu una suddivisione del film in 4 capitoli da circa 50 minuti l’uno con un montaggio di 25 minuti di scene in più e quindi inedite. Adesso, è stato chiesto a Quentin Tarantino se farà la stessa cosa per C’era una volta a… Hollywood. Il regista ha risposto:

“Ho un sacco di girato con cui posso farlo. Potrei farne una versione decisamente più lunga. Vedremo cosa succede. Ma non potrei essere più felice con questo montaggio. Questo è il montaggio, per quanto mi riguarda, e voglio cavalcare questo cavallo fino a quando le gambe reggono e poi vedremo cosa ne penserò della questione”.

Quindi Tarantino è possibilista e Netflix potrebbe replicare l’esperimento. Ciò potrebbe portare a un accordo più grande tra i due, con Netflix che potrebbe fungere da produttore per la serie TV western che Quentin Tarantino vorrebbe realizzare. Sulla serie TV potete leggere le parole del regista in questo nostro articolo.

Leggi anche: Tarantino svela i 10 film da vedere prima di C’era una volta a Hollywood

C’era una volta a… Hollywood sarà nelle sale italiane dal 19 settembre.

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com